1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Tumore al Seno: all’ospedale Pascale di Napoli si sperimenta il vaccino

Tumore al Seno: all'ospedale Pascale di Napoli si sperimenta il vaccino

Napoli 2018, finalmente arriva anche qui il vaccino contro il tumore al seno già sperimentato a Chicago, durante il congresso ASCO (American Society of Clinical Oncology). L’azione si volge in particolar modo alle pazienti affette da tumore triplo negativo, il quale risulta essere molto aggressivo.

Da questo momento in poi avrà inizio la fase 3: immediatamente dopo l’intervento chirurgico di asportazione del tumore, verrà somministrato a circa 350 pazienti il vaccino anti Globo H-KLH.

Il vaccino è stato originariamente sperimentato da una biotech di Taiwan, la quale ha coinvolto gli USA, la Spagna, la Francia, la Germania e Napoli.

Aloe Ferox Bioness

L’ospedale Pascale di Napoli, sarà, infatti, il primo e l’unico in tutta Italia a dare avvio alla sperimentazione, tentando di rafforzare l’azione blanda degli attuali farmaci immunoterapici, che generano una risposta immunitaria molto generica, non sempre efficace contro il tumore.

Come sostiene anche il professore Michelino De Laurentiis:

“La disponibilità del vaccino al Pascale – dice De Laurentiis – si prospetta come grande opportunità per le pazienti con tumore mammario di avere accesso a trattamenti ad alta innovatività e va nella scia intrapresa negli ultimi anni che hanno fatto del Pascale uno dei centri mondiali col maggior numero di trattamenti innovativi per il tumore della mammella. I farmaci immunoterapici attuali, cosi detti inibitori dei checkpoint immunologici, agiscono sostanzialmente rimuovendo il freno immunologico che il tumore tiene premuto per evitare di essere attaccato dal sistema immunitario. Ne consegue un’attivazione generica del sistema immunitario che ha il potenziale negativo di scatenare patologie autoimmunitarie nell’organismo. Inoltre questa risposta immunitaria, proprio perché in qualche modo generica, non è sempre efficace contro il tumore. Questo è forse uno dei motivi per cui l’immunoterapia ha avuto, per ora, successi limitati nelle forme tumorali meno immunogene, come il tumore della mammella. I vaccini terapeutici, invece, mirano a scatenare una risposta immunitaria altamente specifica contro il tumore, in teoria potenzialmente più efficace e con meno effetti collaterali.”

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.