1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Tinte per Capelli: cosa sono, tipologie, caratteristiche e controindicazioni

Tinte per Capelli: cosa sono, tipologie, caratteristiche e controindicazioni

Generalmente si sente in giro parlare delle tinte per capelli, ci sono delle voci che ritengono queste tinte nocive, infatti si ritiene che queste tinte possano addirittura comportare l’insorgenza di neoplasie, in particolare al seno.

Molto spesso si sente parlare di effetti collaterali e nocivi generati da queste tinture, inoltre, si collegano a queste un’alta serie di rischi, che vanno da quelli che interessano in modo particolare lo stato di salute dei capelli, fino ad arrivare al coinvolgimento dello stato di salute del soggetto stesso. Inoltre, per comprendere al meglio gli effetti collaterali che vengono generati da queste tinte è bene conoscere quali sono i vari tipi di tinture che esistono.

Quando parliamo di tinte per capelli, diremo che si tratta di una serie di lozioni utilizzate per effettuare una variazione del colore dei capelli o generalmente per impedire la visione dei capelli bianchi, che si manifestano in genere con un grado di stress elevato o più frequentemente con l’avanzare dell’età.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Quando parliamo di tinte per capelli, dobbiamo ricordare che queste possono essere di tipo naturale, con concentrati a base di hennè, o anche di tipo sintetico.

Queste tinte possono essere differenti e ognuna di queste opera in modo diverso su i capelli dell’individuo che e utilizza.

Tipologie di Tinte per Capelli

Come già detto precedentemente e come forse in molti sappiamo, le tinte coloranti non sono sempre le stesse, ma hanno delle tipologie differenti, che vengono consigliate sulla base dell’individuo che ne fa uso e in base alla tipologia di capello che quest’ultimo ha.

Tra le varie tipologie di tinture possiamo ricordare:

  • shampoo colorante, che colora il capello temporaneamente: questa tipologia di shampoo comporta il cambiamento di quello che è il colore naturale del capello modificandone i suoi riflessi. La caratteristica positiva che hanno rispetto agli altri è che questi ultimi, contengono coloranti non aggressivi che non riescono ad aggredire il fusto del capello.
  • tinte semi permanenti che garantiscono una durata di 4-8 lavaggi: viene utilizzata per dare un colorito maggiore ai capelli e per nascondere quelli bianchi, non può però decolorarli o schiarirli. Contiene azoici e nitrati che si posizionano sulla cuticola. Risulta essere efficace trai 4 e gli 8 lavaggi.
  • tinture permanenti che garantiscono una durata maggiore: queste tinture si immettono all’interno della struttura del capello, poiché riescono a raggiungere il fusto immettendosi tra l’aperura delle scaglie della cuticola. Hanno la potenzialità di schiarire o scurire il capello, inoltre tendono a ricopertura del capello bianco.

Caratteristiche e controindicazioni delle Tinte per Capelli

Come ben sappiamo le tinture che riescono ad immettersi all’interno del fusto capelluto raggiungendo il bulbo, sono quelle che causano maggiori rischi, poiché sono caratterizzate da un numero elevato di sostanze nocive.

Inoltre, dai capillari, queste ultime fanno passare le sostanze tossiche nel sangue che di volta in volta le trasporta poi in tutto l’organismo. Gli effetti nocivi, non sono solo quelli che si manifestano in modo istantaneo dopo il primo utilizzo della tintura, ma possono anche essere effetti collaterali collegati ad un utilizzo eccessivo di tinture.

C’è da sapere che le tinture possono anche comportare una serie di problematiche legate allo stato di salute dell’individuo che ne fa uso, tra queste possiamo trovare quindi:

le allergie,  che possono manifestarsi sotto forme diverse, ovvero:

  • allergie di contatto, che si presentano con sintomi lievi come bruciore, rossore, prurito.
  • reazioni allergiche estese, che si dilungano sulle palpebre, sul viso, sul collo e causano rossore e gonfiore.
  • reazioni allergiche sistematiche, che causano shock anafilattico e anche una serie di difficoltà respiratorie.

Queste tinture possono anche comportare un indebolimento dei capelli portando questi ultimi a spezzarsi e tendere alla caduta, questo processo viene generato dalla resorcina, una sostanza nociva che agisce in modo negativo sulla produzione di cheratina, che è la sostanza principale che compone il capello.

Un utilizzo eccessivo di queste tinture può anche provocare una serie di danni maggiori, per i quali però non è detto che il manifestarsi di questa problematica debba essere correlato all’eccessivo utilizzo di queste tinture.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.