1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sindrome dell’Impostore: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Sindrome dell'Impostore: che cos'è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Risultante essere una terminologia creata nel 1978 dalle specialiste della psicologia Pauline Clance e Suzanne Imes al fine di parlare di una condizione psicologica alquanto proliferata fra i soggetti celebri, costituita dall’impossibilità di internalizzare le proprie vincite e la paura contigua di venire presentati quali impostori, è la sindrome dell’impostore.

Che cos’è la Sindrome dell’Impostore?

Contrariamente alle attestazioni esterne delle soggettive potenzialità, i soggetti aventi codesta sindrome restano persuasi del mancato merito riguardo la celebrità avuta. Ciò tende ad essere legato a condizioni come il fato oppure la prontezza, o quale esito di una frode oppure la supervalutazione degli ulteriori. Una ricerca veritiera, afferma che la sindrome dell’impostore risulti essere particolarmente presente fra i soggetti celebri.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Ad oggi, la sindrome dell’impostore, non risulta inserita fra i fastidi psichici esposti nel DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali). Al di là di questo, risulta essere adoperata all’interno di una ricerca svolta da differenti psicologi. Anticamente ritenuta quale condotto saldo nella personalità del soggetto, risulta essere oggi giorno presa in studio e compresa quale reattività di determinate stimolazioni e situazioni.

Ancorché il maggior numero delle ricerche risulti riferito ai soggetti femminili celebri, un’odierna ricerca ha sottolineato determinate statistiche che affermano che la sindrome dell’impostore abbia una uguale influenza fra i soggetti maschili. In aggiunta, risulta coesa alla funzione universitaria, poiché evidenziata fra i dottorandi e ulteriori allievi di percorso progredito.

Risulta coesa a quel fattore dell’azione Dunning Kruger, una distorsione cognitiva a seguito del quale i soggetti senza esperienza si supervalutano, declinando di prendere in considerazione l’inidoneità, ugualmente a codesta sindrome, soggetti esperti spesso svalutano il veritiero merito oppure fare i conti con le gare che codesti hanno portato a casa.

Cause della Sindrome dell’Impostore

Per quanto concerne i moventi della sindrome dell’impostore, non vi sono repliche singolari e chiare in merito, in quanto i componenti e le modificazioni portano un soggetto ad averne di vari. Ciò nonostante, risulta possibile evidenziare delle cause di pericolo, alquanto evidenti quali eventuali moventi causa di codesto fastidio. Di cui:

  • maggiore sensibilità
  • aver avuto abbondanti apprezzamenti nei complessi familiari
  • sviluppati con un fratello oppure una sorella che risulta essere sempre contraddistinto rispetto ad ulteriori
  • dover andare incontro un’innovativa accademia oppure professionale e dover superare innovative gare e soggetti celebri
  • rientrare in un gruppo che risulta essere martire della discriminazione sociale

Codesta sindrome aggrava passivamente lo stato di salute, i rapporti interpersonali e la crescita lavorativa di coloro che ne sono affetti. Codesti risultano soltanto determinati dei fattori maggiormente essenziali che aggravano sulla vita del soggetto:

  • esaurimento
  • ansia
  • stati depressivi
  • ridotta sicurezza in se stessi
  • paura di gradire nuovi ruoli e gare
  • problematicità nell’instaurare rapporti con altre persone

Dunque, le cause che codesta sindrome comporta risultano distruttivi, pertanto, è bene conoscere i modi per fronteggiarla ed eliminarla del tutto.

Sintomi della Sindrome dell’Impostore

Al fine di comprendere al meglio la sindrome, risulta essenziale comprendere le peculiarità della patologia e il subentro dei differenti soggetti. Avere la capacità di comprendere le sintomatologie risulta essenziale al fine di fronteggiare un possibile esame. Sintomatologie peculiari di codesto fastidio risultano essere:

  • timore di cadere in fallimento
  • dialogo interno passivo
  • ossessione per gli sbagli fatti
  • senso di mancata competenza e perplessità per quanto riguarda le proprie potenzialità
  • timore di essere visto quale impostore
  • attitudine alla meticolosità
  • amplificazione nel realizzare qualsiasi cosa

Gli esami per la sindrome dell’Impostore risultano strutturati su codeste peculiarità e sintomatologie, e sono essere redatti al fine di verificare la metodica all’interno del quale subentrano nel soggetto.

Ciò nonostante, non sempre i soggetti affetti da codesta sindrome presentano i medesimi sintomi e presenta le medesime perplessità. La scrittrice e dottoressa Valerie Young, PhD, ha difatti evidenziato 5 tipi di impostori differenti.

L’esperto

L’impostore esperto non risulterà appagato sino a che non avrà capito qualsiasi cosa al meglio. Dunque, codesta tipologia di soggetto si sforza di concludere i propositi che avvia, oppure di cooperare in progetti che necessitano di un piano strategico.

Il perfezionista

L’impostore perfezionista predilige il concentramento su quanto avrebbe potuto svolgere nel migliore dei modi a dispetto dei propositi che ha ottenuto con  popolarità. Per tale motivazione si presenta alquanto soggetto ad ansia, dubbioso riguardo le capacità personali e si pone successi impossibili da ottenere.

Il genio naturale

Codesta tipologia di impostore che apprende le innovative competenze con meticolosa semplicità e velocità, non ha sicurezza nella propria persona specialmente nell’attimo in cui è dinanzi a scopi complessi da ottenere.

Il solitario

L’impostore solitario risulta essere colui che preferisce operare singolarmente in quanto ha timore di chiedere quesiti che presentino la propria mancata capacità.

Il supereroe

Codesta tipologia di soggetto risulta essere colui che ha la necessità di fare di tutto pur di attestare il suo non essere un impostore. Per tale motivazione, diviene uno stacanovista e si presenta affetto dalla sindrome da burnout.

Diagnosi della Sindrome dell’Impostore

Le sintomatologie della sindrome dell’Impostore presentano solitamente grattacapo, depressione e ansia, causa della pressione di dover presentare esternamente il miglior lato di sè stessi e al timore di essere visti quali persone senza competenza. Nel caso in cui si è diagnosticata codesta sindrome e soprattutto delineazione, bisogna sottoporsi all’auto-diagnosi svolgendo test psicologico.

Svolgendo il test sarà possibile ottenere i punti secondo la Clance Imposto Phenomenon Scale, ossia la scala di autovalutazione redatta dalla psicologa che ha redatto la terminologia. Codesta evidenzia che non risulta essere una diagnosi effettiva, altresì soltanto un test ad utilizzo personale.

Ciò nonostante, laddove dovesse essere percepito un elevato tasso di insicurezza e dubbiosità in merito ai risultati del test, risulta consigliato fare ricorso ad uno psicologo oppure psicoterapeuta al fine di sottoporsi a visita.

Possibili cure della Sindrome dell’Impostore

No vi sono perplessità riguardo il fatto che la sindrome dell’impostore vanta di effetti alquanto passivi riguardo la vita di coloro che ne sono affetti. Per tale motivazione, coloro che ne sono affetti, devono iniziare un percorso rivolto al superamento.

Solitamente, il rasserenamento riguardo ulteriori soggetto non risulta bastevole ad affievolire  la contrapposizione e la mancata insicurezza interna di coloro che ne sono affetti. Al fine di appianare le sintomatologie e stare meglio, è essenziale lavorare sulla propria persona, iniziando anzitutto dall’incrementare la propria sicurezza e determinati fattori del carattere.

Anzitutto, coloro che si mettono di impegno vantano di una sensazione di miglioramento e critica personale alquanto elevati. Codeste peculiarità risultano essere alquanto essenziali nella vita al fine di avere esiti sebbene non bisogni farsì che ci superino. Difatti, cercare di modificare qualsiasi cosa e un’elevata autocritica causano uno svilimento delle potenzialità personali. Accettare di non essere eccezionali e soprattutto cercare di non divenirle, risulta essere il primario passaggio da attuare, qualunque soggetto si forma e apprende cose giornalmente.

In aggiunta, non bisogna aver paura di sbagli di ridotta rilevanza, in quanto succede a qualsiasi soggetto di agire scorrettamente. L’essenziale è affermarlo, ottenere benefici da quanto successo e portare dinanzi la propria vita. Osservare gli essori e gli insuccessi risulta essere un piccolo seppur essenziale passaggio. Se accade, non bisogna farsi sopraffare dalla mancata sicurezza, altresì è bene valorizzare i propri lati benevoli e sentirsi competenti nel caso in cui codesto momento dovesse subentrare nuovamente durante lo stato vitale.

Ulteriore passaggio al fine di omettere la sindrome dalla propria vita prevede il valorizzare le qualità personali. Al fine di svolgere ciò, bisogna prendere in considerazione gli obiettivi raggiunti e i trionfi. Ottima inoltre metodica al fine di ovviare il timore risulta essere quello di fare fede dei complimenti, ringraziando e facendo fede delle proprie parole.

Alfine, bisogna esporre quanto si sente e le emozioni che si hanno internamente con soggetti fidati oppure specialisti. Al fine di fronteggiare la mancata sicurezza, bisogna aiutare coloro che sono in difficoltà. Codesto risulta essere un eccellente sistema in quanto non soltanto permetterà di esporre le proprie potenzialità altresì ulteriormente permetterà di sentirsi fruttuosi per altri soggetti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.