1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Sigaretta Elettrica: che cos’è, come funziona, benefici, quanto costa e controindicazioni

Sigaretta Elettrica: che cos'è, come funziona, benefici, quanto costa e controindicazioni

Ad oggi si sente sempre più parlare di sigarette elettriche, per cui, vuoi per curiosità, vuoi per vero interesse a smettere di fumare, sono sempre più le persone che ne fanno uso.

Stiamo parlando di un apparecchio che contiene un composto aromatizzato che, una volta aspirato, va a vaporizzarsi e quindi generare fumo. Andiamo a scoprire qualche informazione in più!

Che cos’è la sigaretta elettrica?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

La sigaretta elettrica risulta essere un’apparecchiatura funzionante proprio in maniera elettronica, e va in sostituzione al tabacco, visto che anche la forma richiama proprio ad una normale sigaretta.

Questa funziona mediante 4 parti, e consente di aspirare un composto liquido fatto principalmente di:

  • Acqua
  • Glicole propilenico, quale prodotto chimico adoperato in alcuni medicinali, che funge anche da additivo alimentare ed all’interno del quale è possibile sciogliere componenti diluibili in acqua.
  • Glicerolo, molecola derivante dai lipidi che in farmacia viene adoperata per creare lassativi.
  • Nicotinaquale composto tossico sintetizzato da piante e molto presente all’interno del tabacco. Questa opera con le cellule dei muscoli, e va a creare una dipendenza psichica, per cui sempre presente all’interno delle sigarette, siano queste classiche che elettroniche, anche se è possibile scegliere la variante senza.

Composizione di una sigaretta elettrica

Le sigarette elettriche possono differire tra di loro, in quanto alcune rassomigliano proprio alle comuni sigarette a combustione. Nella parte esterna possiamo poi trovare:

  • batteria
  • vaporizzatore
  • cartuccia
  • circuito elettronico

La batteria è la parte fondamentale, in quanto senza di essa non potrebbe funzionare, e quindi attivare il vaporizzatore. Questo a sua volta consente di far evaporare i componenti posti all’interno della cartuccia, senza doverli necessariamente comburere, a dispetto di come avviene per le sigarette, così da arrivare indenni al foro che serve per l’inalazione.

Da queste fuoriesce un fumo bianco, che altro non è che un composto fatto di:

  • vapore acqueo
  • glicole propilenico
  • glicerolo
  • nicotina, non necessariamente.

Queste sostanze si trovano all’interno della cartuccia, e quando terminano vanno rimesse. A dispetto delle comuni sigarette, le quali rilasciano molte molecole tossiche cancerogene, le sostanze presenti nel fumo sono le medesime poste nella cartuccia.

Come funziona la sigaretta elettrica?

Anche se la sigaretta elettrica risulta essere proprio un oggetto elettronico, non richiede di avvalersi di specifiche istruzione d’uso. Nel momento in cui si va ad aspirare, si innesca un sensore che capisce l’inizio dello spostamento di aria, che consente poi l’attivazione del circuito elettronico e quindi del vaporizzatore che riscalda e poi vaporizza le sostanze.

Esistono però alcune sigarette che consentono di andare a regolare l’erogazione di vapore con aspirazioni brevi ed aspirazioni lente. Con questi però il vaporizzatore non si attiva se si sta inspirando in maniera troppo intensa o rapida.

Le sigarette elettriche posseggono una batteria ricaricabile, quindi la durata della carica è strettamente connessa all’uso che ne fa il fumatore. Per quanto concerne invece il cambio di cartuccia, questo può avvenire ogni qual volta il composto al suo interno termina, e la modalità di cambio varia a seconda del modello del dispositivo scelto.

Benefici della sigaretta elettrica

Le sigarette elettriche sono state introdotte perché sicuramente meno pericolose di quelle classiche, per cui a queste possono essere annessi anche dei benefici. Vediamoli insieme.

Meno cancerogene

Quando si fuma una normale sigaretta, il fumo nasce dalla combustione di tabacco e carta che l’avvolge, e da qui scaturiscono migliaia di sostanze come il monossido di carbonio, il catrame, il polonio ecc. Risultano queste essere sostanze cancerogene.

All’interno delle sigarette elettriche l’unica sostanza dannosa è la nicotina, laddove presente, perché non in tutte viene inserita. Gli altri componenti invece non hanno ad oggi sortito dati sufficienti ad esser ritenuti pericolosi.

Protegge le vie respiratorie di chi non fuma

Questo fattore gli è dovuto dal fatto che le molecole disperse non vengono inalate. Il fumo derivante dal tabacco, così come tutte le tipologie di fumo, possiede delle sostanze irritanti che fanno sì che vadano a chiudersi dei muscoli posti nelle vicinanze degli alveoli polmonari. 

Questa azione rende difficoltosa la respirazione. Al contrario, invece, la sigaretta elettrica non genera fumo, per cui rimangono preservate anche le vie respiratorie di coloro che non fumano.

Consente di smettere di fumare

Come ben sappiamo, la nicotina genera dipendenza psicologica fisica, insieme a tutti quegli altri movimenti come proprio l’accensione della sigaretta. La sigaretta elettrica va a diminuire questi passaggi, facendo capire al fumatore che fumare non è poi così interessante.

Coloro che sono passati alla sigaretta elettrica ne hanno capito da subito la differenza, prima di tutto nel sapore, così da ridurne mano a mano l’utilizzo, fino a posarla completamente.

Quanto costa la sigaretta elettrica?

A primo impatto si può pensare che il costo delle sigarette elettriche sia eccessivo, ma considerandolo in associazione all’acquisto dei pacchi di sigarette, questo è davvero molto ridotto. Abbiamo infatti:

  • Il kit completo ad un costo variabile dai 30€ ai 60€
  • Pezzi da sostituire variabili fino ai 60€
  • Ricariche delle sostanze ad un costo intorno ai 100€ annui.

Ovviamente questi sono indicativi e vanno a differire in base a quanto si utilizza il dispositivo; in associazione all’acquisto di 20 sigarette giornaliere, il risparmio è molto visibile.

Controindicazioni della sigaretta elettrica

Anche se le sigarette elettriche risultano essere meno rischiose di quelle comuni, ciò non vuol dire che siano assolutamente prive di controindicazioni. Gli studi attualmente effettuati non consentono di dire con esattezza quanto questa possa essere sicura. Vediamo quali possono essere le controindicazioni associate.

Nicotina velenosa

Molte tipologie di sigaretta elettrica possiedono la nicotina, la quale inalata od in contatto con la cute, può essere altamente tossica per:

  • bambini
  • donne in fase di gravidanza od allattamento
  • anziani
  • cardiopatici.

Sostanze tossiche nel vapore

In alcuni studi effettuati dalla FDA nord-americana è stato riportato alla luce che delle marche di sigarette elettriche posseggono al loro interno il glicol dietilenico, quale sostanza tossica, insieme alla nitrosammine, quale ulteriore sostanza tossica cancerogena.

Vapore pericoloso per il cavo orale

Alcuni studi effettuati alla Università Laval in Quebec, sostengono che il vapore prodotto dalla stessa, stermina le cellule presenti nel cavo orale. Non si tratta di vapore acqueo, ma bensì vapore composto da sostanze che generano problematiche come:

  • infezioni
  • infiammazioni
  • patologie gengivali.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.