1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Otite Esterna: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Otite Esterna: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Conosciuta anche col denominativo di otite del nuotatore, è l’otite esterna, la quale risulta essere un procedimento di infiammazione che compromette il canale uditivo esterno.

Risulta difatti essere un’infiammazione acuta oppure cronica che compromette in maniera parziale oppure totale il canale uditivo esterno. Spesso, il procedimento flogistico si propaga lungo la membrana timpanica esterna.

Essa risulta essere difatti una peculiare patologia che compromette la salute dei nuotatori. Il movente della patologia si presenta all’interno di infezioni da batterio, solitamente trattabili attraverso l’utilizzo di gocce emollienti a funzione cerumolitica, oppure antibiotici antivirali e corticosteroidi.

Cause dell’Otite Esterna

Tale problematicità risulta essere causa di infezioni virali, specialmente erpetiche, da batteri e spesso micotiche. Solitamente, l’otite esterna risulta essere dovuta ad eczemi ed otiti medie purulente.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Fra i moventi c ausa dell’infiammazione oculare vi sono:

  • Diabete
  • Temperature gelide
  • Preponderanti mancanze vitaminiche
  • Eccessiva umidità
  • Secrezione del canale uditivo

Essa presenta un’eziologia legata principalmente ai batteri, sebbene spesso possa essere dovuta ad infezioni da micosi oppure capillari. I batteri causa della patologia risultano essere: Pseudomonas aeruginosa e Staphylococcus aureus.

Molteplici risultano essere i moventi causa dell’incremento delle problematicità di otite esterna, quali:

  • Mancanza di cerume.
  • Eccessivi tuffi in piscina, difatti gli esperti del nuoto o gli appassionati di questa disciplina risultano essere maggiormente soggetti alla produzione di otite esterna, in quanto il contiguo esporsi all’acqua, mediante l’eliminazione meccanizzata di cerume, causa la contrattura del canale uditivo esterno portando l’area a subire aggressioni da batteri. In aggiunta, l’accatastamento di acqua internamente al canale uditivo, causa un luogo vantaggioso per la propagazione batterica.
  • Otite media, causa dell’infezione all’orecchio medio.
  • Clima gelido ed eccessiva umidità.
  • Utilizzo di detergenti forti, quali sapone, shampoo e bagnoschiuma causa dell’entrata e della prurigine. Attraverso lo sfregamento, il paziente difatti causa lesioni alla cute, comportando di conseguenza la formazione di agenti.
  • Colpi localizzati, dovuti alla sbagliata cura del canale uditivo e dell’uso di strumenti acustici.

Sintomi dell’Otite Esterna

Le sintomatologie peculiari dell’otite esterna risultano essere: dolenza nel corso della rosicchiatura, edema, arrossamenti e bruciature dell’orecchio esterno, otalgia, cedimento della funzionalità dell’udito.

A seconda delle sintomatologie e del movente, risulta possibile evidenziare svariate tipologie di otite esterna.

L’Otite esterna acuta, dovuta a batteri e miceti. Le sintomatologie dell’otite esterna acuta subentrano senza avvertimento, solitamente durante le 48 ore di infezione. La diagnosi risulta composta da:

  • Acufene (mormorii nelle orecchie).
  • Cellulite da batteri del padiglione auricolare.
  • Cedimento della funzione uditiva.
  • Edema auricolare.
  • Eritema auricolare e della membrana del timpano.
  • Dolori alla tattilità.
  • Iperemia (e dunque accrescimento del sangue all’interno dell’orecchio esterno).
  • Ipoacusia (e dunque abbassamento uditivo).
  • Linfoadenite, e dunque infiammazione dei linfonodi.
  • Otalgia (dolenza all’orecchio).
  • Sensazione di rumori attutiti.
  • Prurigine preponderante.
  • Senso di rumore eccessivo.
  • Otite esterna cronica.
  • Otite esterna localizzata, causa dell’infiammazione all’orecchio legata ad infezioni ai follicoli piliferi.
  • Otite esterna eczematosa, dovuta a problematicità maggiori all’infezione, quali dermatite atopica, lupus eritematoso, eczema e psoriasi.
  • Otite esterna necrotizzante cattiva, e dunque infezione preponderante che si propaga all’interno dei tessuti avvallati e limitrofi al canale uditivo. La conformazione necrotizzante cattiva dell’otite compromette solitamente i soggetti immunocompromessi, quali soggetti affetti da AIDS, diabete e defedati. Codesta variera di otite tende inoltre a comportare il subentro di ulteriori problematicità, quali: Cellulite da batterio, osteomielite, paralisi cervicale, sordità e vertigini.

Diagnosi dell’Otite Esterna

Test del condotto uditivo risulta essere l’esame otoscopico, il quale permette di essere certi oppure ovviare il subentro di otite esterna.

Codesto esame sottolinea l’edema e l’iperemia, e dunque fattori causa dell’infiammazione. Risulta pertanto essenziale svolgere uno studio della membrana timpanica, al fine di studiarne il deterioramento.

Nel caso in cui lo stesso dovesse esserci, il soggetto è costretto a sottoporsi ad una visita otorinolaringoiatrica al fine di studiare la situazione. La stessa biopsia nonché lo studio di una provetta di cerume, risulta essere un test adoperato per l’otite esterna, ottimale al fine di studiare il batterio causa dell’infezione ed i corrispettivi risultati ottenuti attraverso l’utilizzo di antibiotici.

Possibili cure dell’Otite Esterna

Lo scopo della terapia al fine di eliminare la problematicità causa dell’otite esterna risulta il frenare l’infezione ammazzando il batterio compromesso. Inoltre, la regolare pulitura del condotto uditivo risulta essere essenziale al fine di espellere i frammenti e le particelle patogene presenti all’interno dell’avvallamento del timpano.

Inoltre, la pulitura delle orecchia, svolta dallo specialista, prevede l’eliminazione del cerume attraverso curettage oppure inalazione. Al fine di fermare l’infezione, risulta essenziale l’utilizzo di antibiotici peculiari oppure antimicotici.

L’utilizzo per via topica dei prodotti farmacologici corticosteroidi permette di abbassare l’infiammazione, contrariamente all’istillazione di gocce ceruminolitiche che permettono di incentivare l’eliminazione degli scarti e dare vita a luoghi malevoli all’aggressione dei batteri e di ulteriori fattori. Dunque, risulta essenziale preventivare il problema, attraverso la pulitura scrupolosa delle orecchie.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.