1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Noduli al Seno: cosa sono, sintomi, diagnosi e possibili cure

Noduli al Seno: cosa sono, sintomi, diagnosi e possibili cure

Quando parliamo di noduli al seno dobbiamo avere presente che si tratta di traumi legati alle mammelle, le cui cause possono essere correlate a diverse evenienze.

La presenza di questi noduli può essere sentita dal soggetto che ne è affetto in modo involontario quando quest’ultimo si palpeggia, o anche attraverso degli accertamenti clinici come ad esempio possono essere: la visita senologica, l’ecografia mammaria e la mammografia. Possono comportare delle situazioni di dolore e spesso sono anche accompagnati da secrezioni del capezzolo o da alterazioni della pelle.

Questi noduli non devono essere sconsiderati, ma non devono comportare preoccupazioni devastanti poiché nella maggior parte dei casi si tratta di noduli benigni come ad esempio: fibroadenomi o anche cisti. Nonostante è tutto risulta essere però necessario l’intervento di uno specialista in questo campo, in modo tale da valutare le condizioni del paziente attraverso una cerchia di analisi.

Sintomi dei Noduli al Seno

Come già abbiamo detto questi noduli possono essere sia di natura benigna che maligna. La visibilità di questa presenza generalmente viene effettuata attraverso il tocco o in casi particolari anche ad occhio nudo. La presenza di questi noduli è simile ad una nocciolina,  differente da come si mostra la mammella generalmente attraverso una orma fissa o mobile.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Questi noduli possono comportare dolore e in alcuni casi possono comportare anche la presenza di diversi sintomi come:

  • perdita di liquido dal capezzolo;
  • alterazioni della pelle come: eritema e linfedema;
  • tensione;
  • variazioni della forma delle mammelle;

Potrebbero manifestarsi anche a seguito di un graffio o di una serie di infiammazioni, è necessario sempre effettuare ulteriori accertamenti con uno specialista.

I noduli che preseti in forma benigna sono mobili e rotondeggiati. In base alla loro natura, questi traumi hanno una consistenza fisica rigida, molle o con liquidi.

Quando invece parliamo di noduli che sono di natura maligna, questi hanno una caratteristica non definita adeguatamente e risultano essere privi di movimento. Queste neoplasie comportano un avanzata presenza di sintomi legati al linfedema. La manifestazione di questi noduli rappresenta la presenza di condizioni tumorali.

Diagnosi dei Noduli al Seno

Generalmente queste patologie possono essere sovrapposte e quindi c’è la necessità di effettuare una serie di analisi clinici per individuare la problematica generale del problema. Quando viene scoperta la manifestazione di un nodulo, bisogna andare ad effettuare delle analisi di tipo istologico.

Per effettuare una serie di accertamenti bisogna anche vedere l’età del soggetto affetto da questa patologia e dalle caratteristiche correlate alla visita al seno.  In base alle diagnosi date dagli esperti, quando vi è la manifestazione di questa patologia, si possono effettuare i seguenti accertamenti:

  • Ecografia mammaria, esame a ultrasuoni utile per individuare la struttura delle mammelle e permette di effettuare una distinzione tra i noduli;
  • Mammografia, è una radiografia alla mammella che serve per il trattamento di alcuni traumi anche lievi. La mammella viene compressa attraverso un macchinario e i raggi X, grazie all’utilizzo di quest’apparecchiatura viene estratta un’immagine della mammella, che verrà poi analizzata.

Possibili cure dei Noduli al Seno

Con la manifestazione di un nodulo possono presentarsi numerose cause come ad esempio infiammazioni di diverso genere infiammazioni di diverse cisti, la possibilità che questo nodulo possa essere maligno è molto rara. C’è da sapere però che alcuni noduli benigni possono apportare il rischio di tumori.

La presenza di un nodulo mammario riconosce molte cause: spesso, si tratta di fibroadenomi, infiammazioni di varia natura o alterazioni fibrocistiche non maligne; anche se molto temuta, la possibilità che un nodulo si riveli un cancro al seno è molto bassa.

Alcune lesioni benigne nodulari possono aumentare leggermente il rischio di sviluppare un tumore.

  • la mastopatia fibrocistica e una delle cause più frequenti correlate ai noduli del seno. Si tratta di una displasia benigna, molto frequente nelle donne, soprattutto in età tra i 30 e i 50 anni. In questa patologia, i traumi possono causare un’innalzamento del volume e possono anche causare una serie di dolori correlati all’arrivo del ciclo mestruale;
  • Numerose modificazioni non comportano alcun significato neoplastico e sono caratterizzate da adenosicisti;
  • fibroadenomi  sono dei noduli benigni, che non apportano alcun tipo di dolore, sono molto identiche a delle piccole palline. Queste possono rappresentare delle piccole fratture e generalmente di manifestano nelle donne in giovane età;
  • le infezioni della mammella causano una serie di dolori e di arrossamento. Quest’infezione generalmente può causare delle diverse circostanze.
  • l’ascesso mammario è un nodulo che tende ad aumentare le proprie dimensioni e apporta dolore. Molte volte si aggiungono anche febbre e brividi  che comportano un malessere generale.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.