1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Hala Fruit: che cos’è, proprietà, dove si trova, utilizzi e controindicazioni

Hala Fruit: che cos’è, proprietà, dove si trova, utilizzi e controindicazioni

Risultante essere conosciuto nell’ambito scientifico col nome di Pandanus tectorius, l’Hala fruit risulta essere un arbusto possente e riluttante facente parte del complesso delle Pandanaceae.

Predilige le aree marittime, preferendo climi tropicali, subtropicali e calde laddove non vi sono temperature gelide.

Che cos’è l’Hala Fruit?

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

L’arbusto risulta presente in Asia meridionale (principalmente in India meridionale, Sri Lanka), in Asia sudorientale (Myanmar, Tailandia, Malesia, Indonesia e Filippine), in Papua Nuova Guinea ed in Australia settentrionale tropicale sino a raggiungere le isole dell’Oceano Pacifico (come Melanesia, Micronesia e Polinesia).

Tende ad essere conosciuto anche col denominativo di Pandan da spiaggia, Hala, Albero di Hala, Pandan, Pandanas, Palma di Pandana, Pino di vite, Tahitian Screwpine, Textile Screw-Pine, Thatch Screw-Pine, Veitch Screw-Pine, Thatch Screwpine, Pandang, pandano, vite di mare e vite variegata.

Il denominativo solitamente utilizzato proviene dal denominativo latinizzato di malese, pandan. Il denominativo comunitarie del pino di vite invece proviene dal fogliame posto a spire e dall’ananas in quanto similare ad una pigna di grosse dimensioni. Il frutteto risulta essere un arbusto dioico consistente, di ridotta grandezza, ed avente rami che hanno la capacità di raggiungere i 14 cm di altura sino ai 18 m di altura.

Dove si trova Hala Fruit

L’arbusto tende a crescere ai lati delle mangrovie e delle paludi. L’arbusto predilige svariate terre della costa, come terre ricche di sale, terre sterili oppure alcaline, terre calcaree, sabbie melmose e paludi, così come argille e terreni umidificati. Presenta radiche che mantengono in maniera salda l’arbusto nel terreno. Le radiche solitamente si propagano verso le ramificazioni mentre il fusto e le ramificazioni risultano attorniate da ferite corrugate e con spine.

Il fogliame presenta sopra degli grembi posti in un triplice anello all’interno di una struttura a vite da cui si deve il denominativo. Determinate tipologie presentano spine sulla bordatura e falde sul fogliame. Il bocciolo si presenta dioico ed ha una dimensione ridotta che porta l’odore ad avere una ridotta tempistica, solitamente n dì. Il bocciolo presenta al suo interno lamine biancastre di lunghezza pari ad 1 metro ed una profumazione peculiare. Contrariamente, il bocciolo donna risulta similare all’ananas e presenta un carpello avente dai 5 ai 18 distintivi.

Il frutteto risulta essere affiliato, globoso e dalla conformazione ovale similare all’ananas, di lunghezza pari ai 30 cm e di larghezza che va dagli 8 ai 20 cm. Vi sono dagli 1 ai 15 carpelli per ciascuna falange con una conformazione cuneidale. Durante i processi di maturazione, la tonalità va dal giallognolo chiaro a quello bruno, dall’aranciato all’arancio-rossastro. Il nocciolo si presenta di tonalità scura rossa e preponderante. La sementa risulta essere di 20 mm di lunghezza ed una polpa rossastra-marrone oppure bianca e gelatinosa.

Proprietà dell’Hala Fruit

Molteplici risultano essere le caratteristiche benefiche connesse al frutteto di Hala, come:

  • Sistema cardiaco, in quanto agevola il micro-circolo salvaguardando pertanto il soggetto dalle patologie cardiache;
  • Accresce i quantitativi di vigore, salvaguardando pertanto la stanchezza psico-fisica. Il frutteto presenta un elevato quantitativo vitaminico fondamentale al fine di cooperare col sistema nei momenti di pigrizia. Laddove i quantitativi di vigore risultano ridotti, si consiglia di abbeverarsi con 1 bicchiere di hala congiuntamente al succo di cocco;
  • Funzione digestiva, dato l’elevato quantitativo di fibre alimentari. Agevola la salvaguardia di molteplici fastidi connessi alla digestione (ad esempio, costipazione, rigonfiamenti, dissenteria, ecc..). Risulta ottimale al fine di abbassare i disturbi connessi a patologie, ad esempio il tumore;
  • Crampi causa mestruo, ottimale al fine di contrastare la dolenza connessa alle mestruazioni;
  • Gestione del peso corporeo;
  • Agevola il rilassamento, specialmente psichico affievolendo le sintomatologie connesse all’esaurimento ed all’ansia;
  •  Affievolisce il malessere alla testa;
  • Rinvigorisce la libido;

Utilizzi dell’Hala Fruit

Dell’Hala tendono ad essere utilizzate ciascuna area. Spesso si tende ad usarla all’interno del campo medico tradizionale del Sud e Sud-est dell’Asia e nelle isole dell’Oceano Pacifico. Essendo un arbusto medicamentoso alquanto fondamentale, tende ad essere prescelto al fine di svolgere terapie curative peculiari. Solitamente tende ad essere utilizzato congiuntamente ad ulteriori sostanze al fine di curare patologie varie, così come problemi legati alla digestione ed al sistema respiratorio.

Il fogliame tende ad essere usato per svolgere cure legate ai malanni di stagione, epatite, asma, tumori contrariamente alla radica che tende ad essere prescelta sotto forma di decotto al fine di curare le emorroidi. Ulteriore utilizzo del fogliame risulta connesso alla cura della lebbra, del vaiolo, della scabbia, della sifilide e del leucoderma nonché per la cura di patologie filariali e leucorrea.

I boccioli tendono ad essere utilizzati per la produzione di profumazioni medicamentose e per curare il malessere all’orecchio ed alla testa. Il fogliame sottoposto a processo di essiccazione tende ad essere adoperato al fine di agevolare la cura delle lesioni e delle cicatrici. Al fine di rinforzare le gengive si consiglia la masticazione delle radiche, contrariamente agli infusi della stessa che tendono ad essere consigliati al fine di curare artriti e salvaguardare gli aborti spontanei così come per svolgere iniezioni uretrali e problemi all’urinazione congiuntamente all’utilizzo della linfa di banano.

Ulteriore caratteristica benefica connessa al fogliame lo vede usato al fine di curare i problemi legati ai capelli e salvaguardare gli stessi dalla formazione della forfora così come tende ad essere usato al fine di abbassare la pressione alta ed affievolire l’esaurimento. Ulteriore utilizzo del fogliame lo vede prescelto al fine di curare l’eiaculazione prematura.

Ulteriore utilizzo dell’Hala, la vede prescelta nell’ambito culinario, laddove si predilige l’utilizzo del frutteto sia al naturale che per la produzione di ulteriori pietanze. Tende difatti ad essere sottoposto ad arrosto. La sementa, contrariamente, tende ad essere tostata e deglutita. Ulteriore utilizzo la vede prescelta per la preparazione di succhi e marmellate oppure per condire paste, sottoponendo ad ebollizione l’Hala ed essiccazione della polpa.

Quest’ultima congiuntamente alla crema di cocco risulta essere un cibo squisito e dolciastro. Il fogliame tende ad essere adoperato sotto forma di aroma per addolcire pietanze dolciastre (ad esempio marmellata di kaya) oppure per dare aroma a tipologie di curry. Contrariamente, la polpa di tale frutteto tende ad essere adoperata sotto forma di aroma per la preparazione di dessert, salsine, marmellate e chutney.

Controindicazioni dell’Hala Fruit

Così come qualunque frutteto, l’Hala medesima presenta effetti collaterali. Difatti, i soggetti affetti da allergie devono chiedere consulto specialistico precedentemente alla consumazione di tale frutteto al fine di ovviare eventuali allergie.

Sebbene non vi siano ricerche specifiche a riguardo, si sconsiglia la somministrazione dell’Hala a soggetti in fase di gestazione e nutrimento del neonato.

Si consiglia di dosare il consumo in quanto l’eccedenza causa dissenteria. Si sconsiglia di consumare il prodotto a soggetti che fanno uso di prodotti farmacologici al fine di ovviare eventuali interferenze ed abbassamento dell’efficienza del prodotto.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.