1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Forest Therapy: che cos’è, come funziona e benefici

Forest Therapy: che cos'è, come funziona e benefici

La Forest Therapy, nota anche come terapia forestale, prevede che il soggetto stia a stretto contatto con la natura. I suoi benefici per la salute si stanno pian piano conoscendo in tutto il mondo, tanto che alcuni paesi gli hanno già affibbiato un ruolo nella prevenzione medica, apportante importanti risultati psico-fisici.

Quella della Forest Therapy risulta essere ad oggi una delle pratiche più note in tutto il mondo, nonostante le origini siano giapponesi, grazie alla quale si va anche a sfruttare i numerosi servizi ecosistemici messici a disposizione dalle foreste. I suoi benefici vengono poi manifestati a livello psicologico, neurologico, cardiocircolatorio ed immunitario. 

Gli stimoli che ci regala la foresta operano in sinergia, rivestendo un importante ruolo nella nostra stabilità e sicurezza.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Sia la Forest Therapy che i Forest Bathing, ovvero bagno nella foresta, risultano essere delle pratiche di benessere, le quali mettono in contatto l’uomo con la natura, così da meglio farlo adattare a qualsiasi cambiamento, migliorandone al contempo la qualità di vita. Coloro che si affidano a queste pratiche noteranno al termine un minore stress, maggiore rilassamento e preservazione ambientale.

Che cos’è la Forest Therapy?

Forest Therapy, terapia forestale, e Forest Bathing, bagni nei boschi, risultano essere pratiche di origini giapponesi, adoperate dal sistema nipponico in quanto parti dei protocolli preventivi delle patologie croniche e per tutelare la salute. Gli studi sono tutti incentrati su quelli che sono i vantaggi psicologici che si hanno vivendo a stretto contatto con la natura, insieme a quelli fisici, andando ad inalare i composti organici che si trovano nelle foreste. Gli effetti sull’organismo si sono notati prevalentemente sull’ apparato respiratorio, cardiovascolare e sul sistema immunitario. 

La Forest Therapy prende in considerazione quelle che sono le esigenze dei soggetti e dell’ambiente circostante sia naturale che sociale. Questa tecnica ha lo scopo di apportare migliorie alla salute psicofisica e sociale insieme al contatto con la natura, o nature connectedness, relazioni sociali e coesione sociale.

Come funziona la Forest Therapy?

Tutti coloro che vogliono affidarsi alla Forest Therapy dovranno prima di tutto effettuare degli esercizi di risveglio muscolare per poi eseguire lunghe passeggiate nella natura. In questa pratica non sono di particolare importanza agonismo, forza fisica o performance. Conta invece passeggiare lentamente effettuando più o meno 1 km all’ora. L’essenziale della pratica non è l’esercizio fisico, ma bensì la sinergia con tutto quello che lo circonda, con coinvolgimento dei sensi.

Questa pratica è di larga diffusione sia in Giappone che nell’Europa del Nord, visti gli importanti benefici sia fisici che psichici riscontrati. E’ partendo da questi risultati che si sta pensando anche qui in Italia alla costituzione di Stazioni di Terapia Forestale nei sentieri e rifugi della CAI, quale Club Alpino italiano, prendendo in considerazione il distanziamento delle fonti inquinanti e composizioni boschive. I siti già presi in considerazione sono:

  • Bosco del Respiro di Fai della Paganella a Trento
  • Le foreste delle Valli del Natisone nel Friuli Venezia Giulia
  • La foresta del Teso a Pian dei Termini a San Marcello Piteglio, PT.

Benefici della Forest Therapy

La connessione stabilita tra l’uomo e la foresta, con successivi benefici psicofisici, vanno a porsi nella “biofilia“, quale attrazione che l’uomo ha istintivamente per la natura, che lo spinge a vivere proprio in questi ambienti, e che va a spiegare il motivo per cui in molti preferiscano i paesaggi naturali a quelli antropici. E’ stata anche la scienza a mettere in mostra quelli che sono i benefici che si hanno stando in contatto con la natura.

In occidente si è avuto un approccio prevalentemente sull’aspetto biochimico, per cui sulle sostanze rilasciate dagli alberi. Questi infatti generano i monoterpeni, quali elementi da cui si ottengono gli oli essenziali, i quali hanno benefici sul sistema immunitario. Grazie alla Forest Therapy si va anche a controllare lo stress, l’ansia e la depressione.

La Forest Therapy risulta essere al contempo una terapia grazie alla quale si può ridurre l’adrenalina, andare a stimolare il sistema parasimpatico, il quale genera rilassamento, e diminuire la pressione del sangue, insieme ad ulteriori benefici, tra cui:

  • Ridurre il cortisolo, quale ormone dello stress
  • Ridurre la frequenza cardiaca
  • Ridurre la pressione e gli zuccheri all’interno del sangue
  • Andare a rilassare i muscoli
  • Diminuire le infiammazioni in presenza di patologie croniche.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.