1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Energia Vitale o QI: cosa rappresenta nella Medicina Tradizionale Cinese?

Energia Vitale o QI: cosa rappresenta nella Medicina Tradizionale Cinese?

L’energia vitale il QI, risulta essere un logogramma essenziale per quanto concerne l’ambito medico tradizionale cinese. Molteplici sono le tipologie di QI e le modificazioni.

L’espressione simbolica del QI di Einstein succede fra quantità e rapidità dell’energia elettrica alla seconda potenza.. una relazione buia, lasciando la fisica com’è conosciuta in Occidente. Nello Stato Cinese, il logogramma che individua l’efficienza tende ad essere conosciuto col denominativo di QI.

È possibile vedere laddove ha origine e il modo col quale tende a manifestarsi in base al campo medico cinese.

Genesi del QI

Alla genesi si ebbe il disordine. In modo migliore, in metodologia asiatica, alla genesi fu la Via (il Tao) del disordine, così com’è riportato dall’intestazione di un manuale maggiormente affascinante steso dall’associazione di studiosi Katya Walter.

Un disordine colmo di “soffiate”, conosciute come efficienza vitale. Ma riguardo: il disordine della leggenda cinese non è equivalente alla solita confusione, e neppure al complesso interno dal quale si origina l’astro danzante nietzschiano. Risulta essere alquanto un disordine omogeneo, un complesso di energie. Codesta forza vitale risulta essere l’energia (Qi).

L’energia vitale (QI) nel campo medico tradizionale cinese

L’energia vitale è pari al QI. Stando al campo medico tradizionale cinese, codesta fonte d’energia vitale all’interno del soggetto tende ad posizionarsi alcuni centimetri sottostanti al lobo ombelicale. In conformità di codesta area anatomica, bisogna ipotizzare una cisterna rovente di Qi che sostenga mediante la respirazione, gli alimenti e le consuetudini.

L’energia vitale presenta 3 diversificate validità:

  1. Efficienza nutritiva: risulta essere il yinqi, ossia l’energia che ha origine dai cibi che si deglutiscono, i quali si modificano in autentica efficienza da usare. Codesta efficienza fluisce in qualsiasi corso dell’organismo ed risulta essere interconnesso con l’efficienza della respirazione;
  2. Efficienza respiratoria (o efficienza celeste), ovvero il tianqi. Sostanzialmente risulta essere l’atmosfera che inaliamo. La congiunzione fra tianqi e guqi (efficienza dei cereali) rappresenta la primaria efficienza che è stata individuata, lo yinqi;
  3. Efficienza “ancestrale”: risulta essere l’efficienza che si accoglie in successione. Un involucro di nozioni che il fisico ha captato dagli antecessori e dai parenti. É definita col denominativo di jing, e tende ad avere una costituzione connaturale proveniente dalla congiunzione degli ovuli;

Accrescere l’energia vitale (Qi)

In relazione al campo medico tradizionale cinese, risulta essere potenziabile la variazione dell’abitudini vitali e ristabilire la condizione delle primarie due tipologie di efficienza. Per esempio, è possibile adottare prodotti alimentari che il campo medico tradizionale cinese riconosce come florido, ossia coloro che presentano validità eccessivamente yin (per esempio: bibite alquanto ricche di zuccheri, dolciumi colmi di zuccheri raffinati), e neanche eccessivamente yang (consumazione elevata di proteine animali, piatti ricchi di sale).

Per quanto concerne la terziaria tipologia di Qi, contrariamente, il ragionamento risulta essere più riguardoso. Per quanto concerne il Jing difatti è possibile solamente “andare a risparmiare”, ossia adoperare qualsiasi cosa al fine di assicurare il mantenimento, nel momento in cui risulta alquanto difficoltoso aumentarlo. La difesa del jing, in relazione al campo medico tradizionale cinese, risulta essere strettamente connessa a regolari condizioni vitali (rapporti sessuali ordinari e armoniosi e per quanto concerne il praticare attività fisiche della medicina cinese tra cui qi gong e tai chi chuan.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.