1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Disturbi cervicali: quali esercizi fare e come eseguirli

disturbi cervicali quali esercizi fare e come eseguirli

La cervicalgia è un disturbo della cervicale frequentissimo tra gli adulti, dovuto generalmente ad uno stile di vita scorretto e troppo sedentario, come ad esempio in caso di lavori di ufficio o al computer. I dolori cervicali generalmente vengono sottovalutati, pensando che un po’ di riposo sia sufficiente a farli sparire. Tale convinzione può essere veritiera nel caso in cui il dolore sia lievissimo, ma talvolta si potrebbe trattare di problematiche muscolari o problemi articolari che richiedono il parere di un medico.

Quali sono le cause del dolore cervicale?

La cervicalgia o disturbo cervicale è una problematica di natura muscolo-scheletrica che interessa il collo. La sintomatologia tipica è il dolore associato a tensione muscolare, il dolore diventa più intenso durante il movimento rendendo difficoltosa la rotazione della testa. Spesso, può essere causa di mal di testa, vertigini e nausea, che possono durare anche per lunghi periodi. Il disturbo non è dovuto ad una singola causa, anzi le ragioni possono essere tante e diverse, da richiedere soluzioni differenti tra loro.

Aloe Ferox Bioness

Tra le cause più comuni possono esserci una postura errata, stiramenti, sforzi eccessivi o traumi, contratture, movimenti bruschi o modo di riposare scomodo. La cervicalgia può però essere dovuta anche a problematiche relative alle vertebre cervicali o ai dischi intervertebrali, per questo, per individuarne la causa è necessario rivolgersi ad un medico. Lo specialista, tramite esami quali Tac o radiografie individuerà il problema e consiglierà il modo migliore per intervenire.

Il disturbo cervicale solitamente esordisce con un’alterazione muscolare del collo, i cui muscoli appaiono tesi e rigidi. Questa prima sintomatologia può essere alleviata con dei semplici esercizi da svolgere a casa.

Quali sono gli esercizi che aiutano a combattere il disturbo cervicale?

L’attività fisica volta a ridurre la problematica cervicale è molto semplice e dopo aver capito il corretto metodo, può essere tranquillamente effettuata a casa. Insieme agli esercizi, è importantissimo evitare gli sforzi eccessivi, che possono addirittura peggiorare la situazione. Gli esercizi principali sono:

  • Mezzaluna: è un esercizio da poter svolgere sia da seduti che in piedi. Consiste nell’effettuare un movimento semicircolare della testa e del collo, andando da una spalla all’altra. Una volta arrivati alla spalla, mantenente questa posizione per qualche secondo e poi ripetete il tutto per almeno 15 volte durante il corso della giornata. Evitate di effettuare una rotazione completa, flettere la testa all’indietro potrebbe infatti peggiorare il dolore.
  • Piegamenti laterali: anche in questo caso l’esercizio può essere svolto da seduti o in piedi, la schiena deve essere ben dritta e le braccia appoggiate al busto. Effettuate una delicata flessione del collo a destra e a sinistra e mantenete la posizione per alcuni secondi. Piegatevi quanto riuscite, non sforzandovi ad andare oltre il vostro limite.
  • Allungamento: in piedi con la schiena ben dritta, piegate la testa ed il collo a destra. Con la mano destra praticate una leggerissima trazione sullo stesso lato. Ripetete l’esercizio dal lato opposto. Anche in questo caso evitate gli sforzi eccessivi e ripetete l’intero esercizio per circa cinque volte per lato.

Altrettanto importante è lo stretching, fondamentale sia per alleviare i sintomi che per prevenire le contratture muscolari a livello cervicale. Per i poco esperti, lo stretching dovrebbe essere fatto inizialmente in compagnia di qualcuno che lo pratichi da tempo, e da soli dopo aver capito come effettuare gli esercizi.

Cosa fare se gli esercizi non risolvono il problema?

Se dopo aver praticato gli esercizi per qualche giorno, non sentite alcun miglioramento, allora sarà necessario affidarsi ad un esperto. Dopo aver accertato le cause della cervicalgia, potrete rivolgervi sotto consiglio del medico ad un fisioterapista o ad un massaggiatore. Nei casi più difficili può essere necessario anche l’impiego di farmaci miorilassanti. Ovviamente, evitate di ricorrere a metodiche o utilizzo di farmaci fai da te, potreste trascurare una problematica importante.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.