1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Cuscino Allattamento: che cos’è, a cosa serve e come funziona

Cuscino Allattamento: che cos'è, a cosa serve e come funziona

Si parla di cuscino per l’allattamento in quanto dispositivo adoperato per meglio consentire l’allattamento al seno oppure al biberon, cosicché il nascituro e la madre possano trovarsi in una posizione più comoda.

Mentre il bambino assume il latte, il cuscino per l’allattamento va a supportarlo alla base del seno della mamma, facendo in modo che non sia la stessa a doverlo sorreggerlo, evitando al contempo ripercussioni sul fisico, come mal di schiena, collo o spalle.

A cosa serve il cuscino per l’allattamento?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Il cuscino per l’allattamento non funge da mera decorazione in casa, ma si usa invece per supportare e sostenere correttamente ed in maniera comoda il bambino durante l’allattamento, facilitando così anche il “lavoro” alla madre.

Il cuscino per l’allattamento risulta essere fatto con imbottitura, così da donare maggiore comfort supportando il peso del nascituro e tenendola nella giusta posizione durante l’atto. Questi possono essere messi a paragone con i guanciali del letto, i quali, essendo eccessivamente comodi, faranno affondare il bambino rendendo il tutto più scomodo, così come scomoda è la forma rettangolare. La forma del cuscino per l’allattamento è invece rotonda, così da essere facilmente posto vicino agli addominali.

E’ importante specificare il fatto che il cuscino per l’allattamento non può essere usato dalle mamme, ma anche dai papà o da chiunque voglia sostenere il bambino, così da farlo nutrire correttamente in caso di utilizzo di biberon. 

Come funziona il cuscino per l’allattamento

Generalmente i cuscini per l’allattamento vengono progettati in maniera tale da meglio aderire alla vita e distendere la tensione del corpo materno, sostenendo al contempo il nascituro all’altezza ideale per prendere il seno o nel caso biberon. E’ altrettanto vero che è possibile sperimentare differenti posizioni, al fine di scegliere quella più comoda per tutti e due.

In genere il bambino dovrebbe trovarsi in posizione inclinata su di un lato, e dunque non steso sulla schiena, nei pressi del seno, per cui le labbra del nascituro dovrebbero essere alla medesima altezza del capezzolo. E’ importante porre il cuscino per l’allattamento quanto più possibile nelle vicinanze del corpo della mamma, cosicché il bambino non cada dal dispositivo.

Vi sono anche dei cuscini che oltre ad essere usati per l’allattamento, possono essere adoperati per meglio sostenere la zona lombare, al fine di consentire un migliore sonno durante la gravidanza, prevalentemente nei mesi prossimi al parto.

Come scegliere il miglior cuscino per l’allattamento

Come appena visto, il cuscino per l’allattamento consente di donare maggiore sostegno al bambino in fase di allattamento, evitando qualsiasi sforzo o l’assunzione di posizioni scomodo e stancanti. La scelta del miglior cuscino per l’allattamento richiede di prendere in considerazione alcuni punti fondamentali, quali:

  • Dimensioni, in quanto alcune donne preferiscono cuscini grandi sul quale stendere il bambino. Vi sono altre che invece ne vogliono versioni compatte facilmente trasportabili; esiste anche la versione per supportare i gemelli. 
  • Consistenza, in quanto non dovrebbero essere troppo morbidi per non far affondare in basso il bambino.
  • Versatile, in quanto dei cuscini possono essere usati per più funzioni e si adattano in base alla crescita del piccolo.
  • Lavabile, visto che alcuni si possono lavare, mentre altri posseggono la fodera che può essere messa in lavatrice. E’ importante scegliere cuscini per l’allattamento che siano ipoallergenici e fatti di tessuto naturale, e quindi più traspiranti, così da evitare l’incremento della temperatura oppure un’elevata sudorazione.
  • Design, come quelli dai diversi tessuti, tipo in tinta unita, con stampe o motivi differenti sui lati. E’ preferibile scegliere quelli di forma consona all’alleggerimento della pressione sull’addome della mamma e permettere al bambino di stare in posizione confortevole.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.