1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Croste nel Naso: cosa sono, cause, sintomi e possibili cure

Croste nel Naso: cosa sono, cause, sintomi e possibili cure

Le croste nel naso rappresentano un sintomo abbastanza fastidioso, che può colpire proprio tutti. La loro formazione è dovuta ad una disidratazione da parte del muco del naso, e nonostante sia abbastanza comune, questa non può escludere del tutto anche delle infiammazioni avente all’origine patologie sia meno che più gravi.

Queste si manifestano in genere in unione ad ulteriori sintomi pseudo-influenzali, come ad esempio:

  • naso chiuso e rinorrea, quale fuoriuscita di secrezioni dal naso
  • mal di testa
  • starnuti frequenti
  • astenia e malessere generale.

Queste quando manifeste al naso, possono apportare ulteriori complicazioni, quali:

  • difficoltà respiratorie
  • leggera perdita di sangue
  • prurito
  • dolore.
Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

In quanto rappresentati un sintomo di ulteriori affezioni alle vie respiratorie, è sempre bene rivolgersi al medico curante, al fine di capirne le cause alla radice, e poi curarle.

Al fine di alleviarne i fastidi, vengono consigliati farmaci come antistaminici cortisonici, nonostante risultino molto utili anche rimedi privi di farmaci, come il lavaggio del naso con acqua fisiologica.

Cause delle croste nel naso

Muco e ciglia del naso hanno fondamentale funzione all’interno dello stesso, come:

  • umidificare e scaldare l’aria che arriva poi ai polmoni
  • fermare polvere, allergeni ed ulteriori sostanze irritanti
  • primo filtro atto a bloccare molteplici microorganismi
  • eliminano tutti i corpi estranei in essi catturati, mediante lo starnuto.

Come già accennato, le croste nel naso si formano per via delle disidratazione del muco, motivo per cui si compongono in prevalenza di acqua, proteine e sali. Nel momento in cui il muco perde idratazione, questo tende a rapprendersi, generando delle croste che si attaccano poi alla parete del naso, dalla consistenza filamentosa, secca o friabile.

E’ possibile riconoscere molteplici cause alla base della formazione delle croste nel naso, come:

  • Affezioni respiratorie, tipo influenza, rinite o rino-faringite
  • Clima secco o ambiente riscaldato
  • Allergie a polline o agli acari della polvere
  • Sostanze irritanti, quali fumo e sostanze tossiche
  • Rare patologie, come la sindrome di Sjögren e la rinite atrofica cronica
  • Abuso di farmaci come gli antistaminici e decongestionanti nasali
  • Abrasioni e/o ferite alla mucosa del naso, dovute a traumi o rinotillexomania, quale disturbo ossessivo compulsivo, che consiste nel mettere sempre le dita nel naso.

Sintomi delle croste nel naso

I sintomi che accompagnano in genere le croste nel naso, possono essere:

  • fastidi e prurito
  • dolore
  • leggero sanguinamento quando le si vuole rimuovere
  • disturbi respiratori
  • cattivo odore dal naso, tipico della rinite atrofica cronica, meglio nota come Ozena
  • ripetuti starnuti.

Possibili cure alle croste nel naso

Prima di passare ad un trattamento vero è proprio, è importante riconoscere la causa scatenante delle croste nel naso. Per allergie, tipo la rinite allergica, sono necessari gli antistaminici o i cortisonici e, laddove necessario, sottoporsi a test specifici, così da capire quale sia l’allergene scatenante, e trovare un’adeguata terapia.

Per le infezioni alle vie respiratorie è possibili scegliere fra 2 differenti opzioni, quali:

  1. Per le infezioni batteriche, basta un antibiotico.
  2. Per infezioni virali, è necessario adoperare farmaci che ne allevino i sintomi, tipo i decongestionanti. E’ importante però evitarne un abuso, in quanto possono apportare dei danni alla mucosa, peggiorando il trofismo, sviluppando una rinite atrofica con mucosa secca, che predispone ancor più alla formazione delle croste.

Scoperta la causa e trovato il trattamento giusto, le croste scompariranno in pochi giorni.
In quanto supporto, si può pensare a:

  • Farmaci spray con emollienti
  • Creme o gel con acido ialuronico, atti ad idratare la mucosa secca.

Rimedi naturali

Al fine di alleviare i sintomi delle croste al naso, è possibile ricorrere anche a rimedi non farmacologici, come:

  • Suffumigi, per fluidificare il muco ed ammorbidire quindi le croste. Il rimedio risulta essere molto antico, e consiste soltanto nel mettere a bollire dell’acqua, aggiungendo poi un cucchiaio di bicarbonato di sodio oppure olio di eucalipto. Bisognerà poi coprire la testa con un asciugamano e respirare il vapore emanato.
  • Irrigazioni o lavaggi nasali con l’acqua fisiologica, utili anche per i bambini molto piccoli.
  • Evitare qualsiasi forma di fumo, anche passivo.
  • Tenere umidificati gli ambienti con aria abbastanza calda e secca.

Ultimo consiglio può esser quello di evitare di eliminare le croste dal naso con le dita, quale azione può generare abrasioni alla mucosa del naso, sanguinamenti oppure infezioni con peggioramenti nei sintomi sopra citati.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.