1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Nordic Walking: che cos’è, benefici, quante calorie si perdono e controindicazioni

Nordic Walking: che cos’è, benefici, quante calorie si perdono e controindicazioni

Risultante essere un esercizio che viene svolto all’aria aperta è la camminata. Sprovvisto di sci oppure tapis roulant, prevede il raggiungimento del parco svolgendo il nordic walking.

Che cos’è il Nordic Walking?

Un esercizio totale, che permette di svolgere allenamento muscolare di qualsiasi zona del corpo e incentiva l’eliminazione di tensioni ed esaurimento. Conosciuta ed identificata ulteriormente col denominativo di passeggiata nordica, risulta essere un tipo di passeggiata completa che, non soltanto intacca le gambe, altresì anche la zona delle braccia se svolta in maniera giusta.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Prevede l’utilizzo di bastoni ideati in modo similare alle racchette da sci oppure alle bacchette adoperate nel trekking. Risulta essere un esercizio alquanto benevolo svolto non soltanto da specialisti altresì anche da neofiti. La tecnica risulta essere esemplificata e non necessita di un’attrezzatura dall’alto costo, poiché risulta svolgibile nelle aree verdi, sulle colline, montagne e addirittura vicino alla riva del mare.

Il nordic walking, anticamente, risultava conosciuto sotto forma di attività fisica svolta prettamente in estate. Quanto diversifica lo stesso dalla passeggiata regolare risultano essere il consumo di energia e l’accrescimento di vigore e di riluttanza muscolare intaccata. Le proprietà benefiche dell’attività risultano diversificate. Mette in atto il sistema muscolare, incrementando l’equilibrio e la fermezza, ovviando il carico eccessivo della colonna vertebrale e della struttura delle ossa, e agevola la frequenza cardiaca. Un esercizio similare, risulta essere la passeggiata mediante utilizzo di ciaspole che vanta di incentivanti benefici psico-fisici.

Per quanto concerne l’attrezzatura ottimale, rientrano:

  • bastoni, alquanto trovabili in qualunque negozio di accessori per lo sport. Essenziale risulta essere l’utilizzo di bastoni da nordic walking, alquanto ridotti di lunghezza a differenza degli stessi adoperati per lo sci di fondo. Vantano di punte in metallo temprato, ottimali per i sentieri di terra battura, sterrati, montagne, spiagge, neve e ghiaccio. Codeste risultano rivestibili con gomma al fine di avere un’elevata conformità sulle rocce e su diversificate superfici. Il maggior numero dei bastoni tende ad essere ideato in alluminio, fibra di carbonio oppure telescopiche con un allungamento regolamentabile mediante 3 viti. Le aste risultano vantare di stringhe sull’impugnatura e ciò abbassa l’esigenza di attanagliare contiguamente l’impugnatura e accrescendo la confortevolezza dell’attività
  • scarpe, ottimali per passeggiare, sebbene risulti possibile usare qualsiasi scarpa idonea per la passeggiata su superfici varie, non assestate, bagnate oppure coperte da ghiaccio, a seconda della zona da percorrere
  • vestiario, prediligendo maglie e pantaloni che incentivano l’uscita di sudore congiungendo un elevato tasso di confortevolezza ad un elevato beneficio di idrorepellenza. Indumenti di cotone non risultano consigliati, poichè assorbono il sudore e tendono a raffreddarsi rapidamente superficialmente alla pelle. Non risulta pertanto raccomandato mettere troppi indumenti addosso. La temperatura calorifera prodotta dal corpo, congiuntamente all’uso di vestiario tecnico, risulterà bastevole per contenere la temperatura del corpo
  • salvaguardare mani e testa, le parti esterne del corpo risultano essere alquanto soggette alla temperatura gelida. Per tale motivazione risulta opportuno utilizzare guanti da nordic walking così come calzini invernali ispessiti altresì conferenti calore. Il capo deve essere coperto mediante utilizzo di un cappello termico oppure di una banda da running.

Benefici del Nordic Walking

Il nordic walking permette di:

  • allenare la muscolatura ed annessi segmenti del corpo mediante l’istigazione muscolare maggiormente proliferata e mediante l’utilizzo di vigore con bastoni. A differenza dell’esemplificata passeggiata, si utilizza un maggior quantitativo di vigore per quanto concerne la mobilitazione articolare del polso, del gomito e delle spalle. Operano ogni singolo muscolo, quali dorsali, tricipite, bicipite, deltoide, muscoli lombari e addominali
  • accrescimento della frequenza cardiaca, causa dell’accrescimento preponderante della frequenza cardiaca e della ventilazione polmonare
  • agevola la rimozione delle chilo calorie, a differenza della comune passeggiata e ciò lo porta ad essere un esercizio adeguato al fine di combattere il sovrappeso
  • anti-esaurimento, dato il ridotto sviluppo di cortisolo, e dunque del conosciuto ormone dell’esaurimento, causa dell’accrescimento del peso

In aggiunta, generalmente, ricerche svolte dall’Università di Baffalo, affermano che passeggiare in maniera regolare permette di allontanare l’ipertensione.

Quante calorie si perdono con il Nordic Walking

Idonei per la camminata, le escursioni ed ulteriori esercizi all’aria aperta, le aste permettono di accrescere la rapidità media, conferendo un agevolato equilibrio nel corso degli esercizi maggiormente vigorosi e abbassando l’esaurimento superficialmente alle ginocchia. Risultano essere l’apparecchio principale e maggiormente efficiente per lo svolgimento del nordic walking.

Bisogna selezionarsi a seconda dell’altura. La nozione prevede lo svolgimento di codesto conteggio: l’altura personale × 0,70. Ulteriore nozione al fine di selezionare le aste migliori da nordic walking in modo giusto risulta prevedere l’impugnatura dell’asta e la formazione di un angolo di 90° in considerazione alla superficie.

Questo perché essendo una passeggiata vigorosa che intacca qualsiasi apparato muscolare, porta le duplici tecniche ad essere alquanto similari. Ciò nonostante, nel nordic walking il moto risulta essere diagonalmente e tendono ad essere adoperate le aste. Per tale motivazione, si ricavano risultati maggiori rispetto alla regolare passeggiata.

Al fine di svolgere allenamento giusto, bisogna:

  • fare riscaldamento e defaticamento, soprattutto nella zona muscolare delle gambe e delle braccia. Bisogna svolgere stretching nell’anca, nel polpaccio, nei glutei, nei quadricipite e nel ginocchio. Bisogna successivamente passare al tronco, con stretching laterale e superiore della schiena, delle braccia, delle spalle e toraciche
  • muovere in alternanza gli arti inferiori e superiori, simulando una passeggiata comune seppur allungando il passo
  • contrazione addominale, al fine di incrementare gli esiti

Al fine di ricevere eccellenti esiti dal nordic walking, è opportuno allenare 2 volte ogni 7 giorni il corpo per circa mezz’ora. Si raccomanda di testare questo allenamento di primo mattino.

Controindicazioni del Nordic Walking

Avvertenza peculiare del nordic walking risulta essere lo svolgimento del trattamento in modo scorretto. L’atteggiamento posturale inadeguato così come l’uso scorretto dell’asta, comporta problematicità.

Questo porta a necessitare del controllo specialistico al fine di ottenere la tecnica maggiormente vantaggiosa, antecedentemente all’iniziazione dell’attività. Migliorare le azioni scorrette si presenta alquanto affaticante. Soggetti affetti da patologie oppure che si sono sottoposti ad un’operazione, necessitano di un consulto specialistico al fine di accertarsi che il trattamento del nordic walking risulti idonea alla persona.

Tuttavia, non dovessero esserci avvertenze. Dato che l’esercizio deve essere svolto all’aria aperta, seppur per determinati soggetti dovesse essere un blocco il cattivo tempo, per ulteriori si presenta come una sorgente di stimolazioni da testare. Ciò nonostante, bisogna essere coperti al fine di di combattere il brutto tempo e salvaguardare la persona.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.