1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Massaggio ai Piedi: che cos’è, benefici, tipologie, come viene praticato e controindicazioni

Massaggio ai Piedi: che cos’è, benefici, tipologie, come viene praticato e controindicazioni

Risultante essere uno strumento al fine di conferire benefici ai piedi rigonfiati ed affaticati è il massaggio ai piedi.

Che cos’è il massaggio ai piedi?

A seconda della tipologia di stimolazione manuale, difatti, risulta possibile avere benefici specialmente nella stimolazione manuale sportiva e terapeutica. Nel campo medico alternativo, contrariamente, mediante lo svolgimento della riflessologia plantare, la stimolazione manuale ai piedi tende ad essere ritenuta sotto forma di strumento al fine di affievolire dei fastidi particolari.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Codesta tipologia di stimolazione manuale risulta essere dei massaggi che possono essere svolti anche presso la propria abitazione ed aventi lo scopo di donare benefici e conferire un senso di distensione totale.

Come viene praticato il massaggio ai piedi

Tuttavia, bisogna precisare che non vi è una sequenza principale di alterazioni da svolgere durante la stimolazione manuale, sebbene, vi siano dei moti da cui bisogna partire affinché venga svolgo un eccellente massaggio. Bisogna innanzitutto riscaldare la zona dove si svolge il massaggio.

Tuttavia, successivamente ad un giorno di stress eccessivo, risulta favorevole svolgere stimolazione manuale autonomamente, sebbene se lo stesso dovesse essere svolto da altre persone, il rilassamento risulta essere maggiore. Successivamente a ciò, il soggetto sottoposto deve porre il proprio corpo disteso oppure seduto ponendo inferiormente alle ginocchia delle asciugamani morbidi, affinché le gambe possano restare incurvate.

Affinché si favorisca il flusso delle mani superficialmente ai piedi risulta opportuno usare pomate ed ungenti specifici ottimali ugualmente al fine di svolgere azione emolliente per la pelle essiccata. Precedentemente all’uso di pomate ed ungenti, ciò nonostante, risulta favorevole rendere calde le mani affinché il calore delle stesse risulti similare a quello del corpo. Tuttavia, bisogna poi portare la pomata oppure l’ungente svolgendo stimolazione manuale dalle dita sino alle caviglie ed il polpaccio. Bisogna poi porre sul piede non sottoposto a massaggio un asciugamano tiepida e svolgere il massaggio nel frattempo sull’altro piede.

Il massaggio deve essere svolto operando dei ridotti cerchietti con il polpastrello. Con l’utilizzo dei pollici risulta possibile svolgere la pratica dell’impastamento, contrariamente a quelle delle dita laddove risulta possibile comprimere e svolgere stimolazione manuale roteante e di distensione.

Da codesta parte risulta poi possibile continuare la stimolazione sino a raggiungere le caviglie ed i polpacci, sempre svolgendo stimolazione rotatoria e di impastamento. Il tutto deve essere poi rinnovellato con il restante piede.

Tipologie di massaggio ai piedi

Differenti risultano essere le tipologie di stimolazione manuale ai piedi. Difatti risulta possibile differenziare:

  • Il massaggio rilassante, alquanto diffuso e che tende ad essere svolto presso la propria abitazione, in quanto avente la funzione di svolgere funzione distensiva sull’area in mostra alle pressioni contigue donando benefici ai soggetti. Spesso, risulta ottimale anche nei soggetti affetti da rigonfiamenti leggeri e sensazione di spossatezza;
  • Il massaggio terapeutico, risulta essere una varietà di stimolazione manuale consigliata al fine di curare fastidi e malattie. Tuttavia si consiglia di sottoporsi a tale trattamento solo in presenza di uno specialista;
  • Il massaggio sportivo, soltanto in presenza di uno specialista del campo. Tende ad essere svolto specialmente nell’ambito agonistico in quanto gli sportivi sono soggetti a differenti e preponderanti incentivazioni nella zona dei piedi, delle caviglie e delle gambe;
  • La reflessologia plantare, che non è un massaggio a tutti gli effetti bensì un massaggio del campo medico alternativo praticato ad oggi anche nei paesi occidentali;

Benefici del massaggio ai piedi

Ovviamente, le proprietà benefiche ricavate risultano avverse in base alla tipologia di stimolazione manuale svolta. Risulta tuttavia essenziale evidenziare che lo stesso deve essere svolto in maniera minuziosa ed in mancanza di avvertenze.

Ovviando la stimolazione manuale terapeutica e sportiva, successivamente tendono ad essere riportate le proprietà benefiche ricavabili svolgendo stimolazione manuale distensiva.

Stimolazione manuale ai piedi rilassanti

La denominazione sottolinea che uno dei principi peculiari risulta essere l’azione rilassante ricavabile non soltanto nel corso del trattamento terapico bensì anche alla conclusione. In aggiunta, la stimolazione manuale dei piedi risulta essere essenziale al fine di abbassare il rigonfiamento ed il senso di spossatezza e gravosità che subentra successivamente all’attività giornaliera, specialmente nei soggetti che per differenti motivazione sono costrette a passare lunghe tempistiche in maniera dritta.

Stimolazione manuale ai piedi e riflessologia

Nel campo medico alternativo e della riflessologia plantare, contrariamente, i benefici risultano avversi. In base a codesto trattamento della medicina non convenzionale, difatti, la pianta del piede risulta essere una mappa dell’organismo, laddove qualsiasi zona della pianta oppure qualsiasi zona del palmo della mano risulta legata ad un organo oppure ad un apparato oppure ad una peculiare funzionalità del corpo.

Pertanto, stimolare manualmente codeste aree risulta vantaggioso affinché si affievoliscano oppure si preventivino fastidi di differente stadio.

Dettagliatamente, tra le molteplici proprietà benefiche connesse al massaggio ai piedi, vi sono:

  • La soluzione dei fastidi non gravosi, ad esempio: malessere alla schiena, malessere alla testa, malessere all’orecchio, ecc;
  • La soluzione delle problematicità intestinali;
  • La soluzione delle problematicità vescicali;
  • Abbassamento della dolenza;
  • La soluzione dei fastidi gastrointestinali ad esempio la maldigestazione;
  • Abbassamento dell’ansia e dell’esaurimento;
  • Perfezionamento dell’insonnia;
  • Perfezionamento del cattivo umore e dell’irascibilità;
  • Perfezionamento delle sintomatologie del climaterio;

Controindicazioni del massaggio ai piedi

Sebbene la stimolazione manuale ai piedi risulti essere mansueta, spesso risulta opportuno utilizzare circospezione e chiedere un consulto specialistico precedentemente al ricorso.

Specialmente, nei soggetti femminili in fase di gestazione, nei soggetti affetti da ipertensione e da fastidi cardiovascolari, così come nei soggetti affetti da determinate tipologie patologiche, come il diabete, risulta consigliato il consulto specialistico data la stimolazione di piedi, caviglie e gambe.

Gli stessi soggetti affetti da problematicità oppure patologie muscolari, ossee, articolari e del sistema nervoso risulta opportuno il consulto specialistico precedentemente al ricorso al massaggio ai piedi, specialmente nel momento in cui il trattamento utilizzato prevede la stimolazione manuale vigorosa.

É dunque opportuno tenere a mente che i medesimi massaggi ai piedi manifestano avvertenze e che, nel caso in cui dovessero essere svolti in maniera scorretta oppure in compresenza di avvertenze, causano la fuoriuscita di effetti sgraditi dalle ripercussioni alquanto serie.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.