Home > Alimentazione > Proprietà Alimenti > Ciclamato di Sodio: che cos’è, benefici, a cosa serve e controindicazioni
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Ciclamato di Sodio: che cos’è, benefici, a cosa serve e controindicazioni

Ciclamato di Sodio: che cos'è, benefici, a cosa serve e controindicazioni

Il ciclamato di sodio è una sorta di dolcificante quest’ultimo è artificiale ed è privo di calorie, pur essendo molto potente risulta essere debole rispetto ad un numero molto elevato di dolcificanti sintetici. Generalmente viene indicato attraverso la sigla E952.

Che cos’è il ciclamato di sodio?

Questo dolcificante viene estratto in modo molto semplice grazie ad una reazione cinica si SO3. Questo dolcificante solitamente era prodotto da Abbott Laboratories che aveva acquistato il titolo, in seguito andò a rappresentare un ingrediente di varie bevande., la produzione cesso di esistere a partire dagli anni’70, anno in cui fu escluso dagli USA perché ci fu un’indagine in quanto quest’ultimo suscitò una serie di scompigli in quanto molti credevano che quest’ultimo potesse essere un elemento tossico.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Oggi in Cina questo dolcificante è molto utilizzato, mentre negli USA resta ancora escluso, anche se molti paesi europei ne fanno ancora uso. Questo dolcificante è un derivato del sodio e del calcio correlato all’acido ciclamico, ovvero una polvere biancastra di tipo cristallino, si tratta di un acido molto potente.

Benefici del Ciclamato di Sodio

L’utilizzo principale di questo dolcificante non rappresenta alcuna caloria, in genere viene anche utilizzato in coincidenza con altri dolcificanti, creando un aroma che molto spesso viene anche utilizzato per andare a modificare il sapore di alcuni farmaci.

Nei paesi dove viene utilizzato e dove è permesso quest’ultimo è utilizzato come dolcificante per i succhi di frutta, i chewing gum e anche alcuni tipi di caramelle. L’utilizzo di questo dolcificante è consentito ad oggi solo in 50 paesi, anche Italia, ma vi sono comunque una cerchia di limitazioni da rispettare. Questo dolcificante ha una serie di qualità che permettono di utilizzarlo come una sorta di dolcificante alternativo.

Il ciclamico ha un potere inferiore alla saccarina e all’aspartame. Il gusto di questo aroma è molto compatibile ad una serie di cibi ed ingredienti, aromi naturali, ad altri tipi di dolcificanti e ad alcuni conservanti chimici.

A cosa serve il Ciclamato di sodio

Parliamo di un dolcificante utilizzato nelle industrie di tipo alimentare, soprattutto nella produzione di una cerchia di alimenti come ad esempio:

  • bevande dolci e zuccherate;
  • diversi tipi di gomme da masticare;
  • gelatine di vario tipo;
  • marmellate alla frutta e confetture.

Alcune industrie a livello farmaceutico lo utilizzano per attribuire un sapore dolcificante ad alcuni farmaci che, in assenza di dolcificanti manifesterebbero un sapore aspro e molto difficile da ingerire.

Controindicazioni del Ciclamato di Sodio

Questo dolcificante è lento e non viene assorbito dal percorso gastrointestinale. Una serie di studi ha Uno studio ha definito che questo dolcificante si accumula nei tessuti e viene espulso attraverso le urine, attraverso ulteriori studi è stato definito che questo dolcificante viene metabolizzato attraverso la cicloesilammina.

Questo dolcificante non è assunto dai tessuti, ma va a formare una microflora ed e seguito da un lungo processo che comprende il tratto intestinale. Ci sono però ancora numerose problematiche correlate alla tossicità di questo dolcificante anche se non vi è alcuna conferma.

 

 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.