1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Biodanza: che cos’è, a cosa serve, benefici e controindicazioni

Biodanza: che cos'è, a cosa serve, benefici e controindicazioni

La Biodanza è una nuova tecnica di sviluppo umano che ha l’ obiettivo di aumentare la connessione tra l’ agire e il sentire adatta alle persone di qualsiasi età.

Nasce negli anni ’60 circa ed è definita come un movimento del potenziale umano introdotta nelle terapie non convenzionali infatti in Italia pur essendo molto adoperata non esistono normative che la riconoscano e la tutelino.

Si tratta di un’ attività che si svolge in gruppo e ha l’ obiettivo di far emergere ed affiorare emozioni, sensazioni, sentimenti mediante una musica di sottofondo semplici movimenti.

Pubblicità
Garcinia Cambogia

Viene molto consigliata perché è un’occasione di crescita personale e permette di eliminare traumi e blocchi emotivi che impediscono alle persone di esprimersi al meglio, inoltre è un ottimo esercizio per chi vuole ridurre i livelli di stress nell’ organismo.

Può diventare un vero e proprio alleato nella vita di tutti giorni che non sempre va come vorremmo.

Leggendo questo breve articolo scoprirete tutto quello che c’è da sapere sulla Biodanza, che cos’è e come si pratica, a cosa serve, quali sono i benefici e le controindicazioni. Scopriamo ora qualcosa in più!

Che cos’è e a cosa serve la Biodanza?

Come accennato in precedenza la Biodanza è un’ insieme di tecniche che mirano a stimolare il lato più profondo e nascosto degli individui mediante l’ utilizzo della musica e la pratica di semplici esercizi fisici.

Nasce nell’ Università di Santiago in Cile durante gli anni ’60 frutto delle numeroso ricerche dello psicologo Rolando Toro che lavorò per diversi anni nell’ Ospedale Psichiatrico del Campus.

Dal punto di vista filosofico entra in contrasto con il concetto attuale di antropocentrismo perchè si considera invece il principio di Biocentrismo secondo cui non è più l’uomo al centro dell’ universo bensì la vita stessa in tutti i suoi aspetti.

L’ egregio psicologo nelle sue tesi sostiene che il potenziale genetico delle persone si esprime attraverso 5 funzioni connesse ed interdipendenti che in alcuni casi si dimenticano crescendo ma sono la chiave principale per comprendere perchè gli individui si comportano in un determinato modo e da cosa derivano i problemi emotivi e relazionali.

Le 5 funzioni individuate sono:

  1. Sessualità: legata alle esperienze inerenti il lato fisico e sessuale
  2. Affettività: dipende dal grado di sicurezza e dall’ educazione impartita dai genitori
  3. Vitalità: legata alle prime percezioni sensoriali e ai primi movimenti
  4. Trascendenza: è la capacità di sentirsi in armonia con l’ ambiente che ci circonda
  5. Creatività: dipende dalla volontà di esplorare di cambiare il mondo esterno

Durante lo sviluppo e soprattutto nel passaggio tra adolescenza ed età adulta alcune di queste “qualità” tendono a svilupparsi e rafforzarsi altre invece tendono ad essere assorbite nella nostra interiorità.

Perciò la Biodanza si pone come obiettivo di migliorare tutte le 5 funzioni in modo uguale e quindi creare un generale equilibrio senza avere eccessi ne carenze.

Le sessioni di esercizi si svolgono generalmente in gruppo così da favorire la comunione con l’ ambiente esterno e con una musica rilassante. 

L’ “allenamento” consiste in semplici movimenti come saltare, battere le mani, allunghi, accarezzare, abbracciare,  questo per stimolare le percezioni sensoriali in quanto secondo questa filosofia l’ uomo è considerato come fonte di piacere.

Questa concezione di movimenti si basano su 3 pilastri:

  1. La musica
  2. Il movimento
  3. La “Vivencia”

La Vivencia è il frutto di tale attività che esprime l’ ideale di vivere e sentire l’ istante ora, senza attendere e senza rimandare ma massimizzare le sensazioni e le vibrazioni che si ricevono dall’ esterno e dalle persone che ci circondano, ed è l’ elemento che valorizza il senso di integrazione.

Infatti le sessioni di gruppo favoriscono la sensazione di armonia e innalzano l’ ideale di unicità dell’ individuo e non di diversità semplificano notevolmente i processi di integrazione.

Lo psicologo Cileno delineò tale pratica per:

  • ridurre i livelli di stress
  • armonizzare le 5 funzioni elencate in precedenza
  • stabilire un equilibrio nelle vite delle persone
  • ridurre i disturbi psicomatici
  • gestire e controllare le emozioni
  • eliminare ansie
  • eliminare insicurezze e paranoie

Benefici della biodanza

La biodanza è studiata principalmente per le persone che hanno poca autostima. Nel dettaglio è studiata per coloro che hanno disturbi psicosomatici e che non riescono a controllare le emozioni. Tale disciplina come già anticipato rende liberi e di conseguenza può aiutare a controllare le emozioni.

La biodanza è pensata per tutte le persone di ogni fascia di età, anche per i bambini. Inoltre, è utile anche per le persone che hanno problemi d’insicurezza, difficoltà nei rapporti o semplicemente a chi ha voglia di gioire.

Controindicazioni per la Biodanza

Poichè si tratta di un’attività rilassante non sono presenti particolari controindicazioni tuttavia bisogna fare molta attenzione perchè pur essendo esercizi semplici dal punto di vista fisico essi sono un’ esperienza sensoriale veramente molto intensa che in alcuni casi può anche indurre in uno stato di leggera Trance poichè si stimola il Sistema Nervoso e il lato più recondito dell’ uomo.

E’ bene che i vostri coach abbiano seguito dei workshop idonei e meglio ancora se abbiano conseguito dei brevetti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.