1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sbalzi di Umore: cosa sono, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Sbalzi di Umore: cosa sono, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

I cambiamenti di umore sono delle sintomatiche molto evidenti che si manifestano soprattutto per coloro che stanno accanto e per coloro che ne soffrono.

Generalmente vivere o lavorare in un ambiente con un individuo che soffre di sbalzi d’umore, può essere un’avventura altamente esaltante nel momento in cui questi soggetti affetti da questa problematica, sono anche colpiti da:

  • disforia, ovvero la modifica dell’umore;
  • nervosismo;
  • tendenza ad esagerare nell’attribuzione dei giudizi;
  • incoerenza nelle valutazioni;
  • pessimismo e ottimismo esagerati e motivati;
  • agitazione e successiva rallentamento motorio;
  • eccessiva velocità nel linguaggio seguita da eccessiva lentezza verbale;
  • imprevedibilità delle azioni;
  • comportamenti aggressivi e violenti.

Cause degli sbalzi d’umore

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Le cause per le quali un individuo può soffrire di questi sbalzi d’umore possono essere correlati a diverse motivazioni. Queste alterazioni dell’umore sono correlate soprattutto ai livelli di serotonina, noradrenalina e dopamina, i neutrotrasmettitori sono dei livelli strettamente collegati a quello che è l’umore dell’individuo.

Le funzioni di questi, possono essere compromesse dalla manifestazione di una serie di patologie degenerative o patologie che vanno a compromettere quello che è il regolare funzionamento ormonale o quello che è un particolare momento del ciclo vitale.

Fra le differenti cause troviamo:

  • malattie degenerative come ad esempio la sclerosi multipla, malattie del diabete E quelle della tiroide;
  • l’assunzione di droga o alcol;
  • l’assunzione di una serie di farmaci che vanno a compromettere i meccanismi neurotrasmettitoriali o gli ormoni;
  • disturbi psichici;
  • stress stanchezza e nervosismo;
  • la visione o la partecipazione ad un evento traumatico;
  • cause ambientali: molte persone infatti vengono definite meteoropatiche, in quanto il loro umore tende e il loro stato di salute tende a dipendere da quelle che sono le condizioni climatiche;
  • particolari fasi della vita come ad esempio: l’adolescenza, il ciclo mestruale, la gravidanza o la menopausa.

Sintomi

Le variazioni dell’umore possono comportare una serie di sintomi che possono andare ad influenzare coloro che ne soffrono o chi sta accanto a loro. Generalmente coloro che si trovano ad affrontare queste situazioni in prima persona ho vissuti da qualcuno molto vicino a loro.

Possono notare che queste patologie tendono a colpire bambini, adolescenti, adulti e anziani, ma c’è da dire che coloro più soggetti a questa tipologia di sofferenza sono le donne.

Infatti già Freud a partire dal 900, tendenzioso a parlare degli sbalzi d’umore che colpivano le donne già in quell’epoca.

Possiamo dire che già notando lo stile di vita che conducono le donne rispetto agli uomini può far comprendere le motivazioni di tale incremento nell’essere soggetti a questa patologia. infatti, il parto, la gravidanza, il ciclo, l’ovulazione e la menopausa sono dei cambiamenti ormonali che appunto si manifestano all’interno della donna e comportano una variazione dell’umore.

Diagnosi e possibili cure

Nel maggior numero di casi, questi sbalzi d’umore vanno e vengono, in quanto si tratta di una serie di oscillazioni non permanenti, ma bensì transitorie e per questo motivo non vi è richiesta una cura specifica, per esempio, gli sbalzi d’umore associati al ciclo mestruale di una donna, vanno via in pochi giorni.

Però vi sono dei soggetti che soffrono di questa patologia e che ne fanno un vero e proprio disturbo psicopatologico dell’umore, in questi casi vi è bisogno di ricorrere a delle cure o anche ai cosiddetti rimedi della nonna.
Tra questi possiamo trovare:

  • l’utilizzo di una serie di fiori bach;
  • assunzione di fosforo e magnesio;
  • alimentazione, poiché una giusta alimentazione potrebbe andare ad opprimere quelle che sono una serie di carenze dell’organismo e favorire così l’umore. I carboidrati, il latte, e i latticini, favoriscono la produzione di serotonina, Il pesce e i crostacei che contengono percentuali di tirosina, amminoacido tendono a mantenere lo stress, la frutta invece favorisce la presenza di zuccheri ed energie;
  • Attività fisica, un esempio può essere la corsa, tende a gestire l’attività fisica e cerebrale, in modo tale da rendere normali gli stati affettivi.

Questi elencati precedentemente sono i rimedi casalinghi che si possono fare nel caso in cui si tratti di una condizione non permanente. Nei casi in cui la condizione persiste vi sono invece una serie di farmaci che tendono il loro intervento con l’immissione del litio nel sangue, tra i farmaci più comuni troviamo i sali di litio.

L’assunzione di questi elementi chimici, deve però essere effettuata con dei controlli frequenti del sangue, in modo da tenere sotto controllo il paziente.
Vi sono poi delle consulenze psicoterapeutiche che io hanno particolare validità in quanto tendono l’apertura psicologica dell’individuo e tendono di intervenire su di esso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.