1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Paprika: che cos’è, proprietà, benefici e utilizzi in cucina

Paprika: che cos’è, proprietà, benefici e utilizzi in cucina

La Paprika non è altro che il frutto della macinazione del peperoncino. Possiede importanti proprietà toniche ed antisettiche, è in grado di stimolare l’apparato digerente favorendo così una corretta digestione, e rinforza inoltre tutto l’apparato circolatorio. Vediamo insieme di cosa stiamo parlando.

Che cos’è la Paprika?

Termine di origine ungherese che vuol significare per l’appunto peperone, la paprika o paprikaè, è la spezia che si ha macinando il peperoncino, che viene prima di tutto essiccato e poi tolto la parte bianca che si trova al suo interno.

Aloe Ferox Bioness

Appartenente alla famiglia delle Solanaceae, il peperoncino viene portato per la prima volta in Europa dagli stessi Ungheresi, i quali lo avevano scoperto presso i Turchi, che lo avevano esportato dall’India. Si pensa che la pianta tragga origine dall’America centrale, del sud e del nord, anche se gli antichi indiani pellerossa già ne conoscevano le qualità.

Col passare del tempo però, si è cominciato a coltivare il peperoncino anche in Perù, Cile, Brasile, Sud Africa, Israele, Cina e Mozambico.
Il grado di intensità della paprika è dovuto alla tipologia di peperone usato, mentre la piccantezza e il sapore, variano a seconda della macinatura: ovvero se si è scelto di macinare solo la polpa, oppure l’intero frutto inclusi i semi.

All’interno del peperone è possibile trovare la capsaicinache non è altro che la parte fondamentale a donargli il sapore piccante. In base a ciò è possibile fare una suddivisione in:

  • paprika dolce,
  • paprika media,
  • paprika piccante o forte.

La sua colorazione è dovuta ai pigmenti ivi contenuti, noti anche come carotenoidi, e il più importante è il licopene.

Proprietà e Benefici della Paprika

La paprika al suo interno racchiude proprietà toniche, antisettiche, stimola l’apparato digerente favorendo una corretta digestione e rinforza inoltre tutto l’apparato circolatorio. 

In passato i turchi utilizzavano la paprika come medicinale, mentre le sue proprietà la rendono adatta anche consumata come mera tisana.

Le vitamine più importanti rintracciabili nella paprika sono:

I minerali più importanti rintracciabili nella paprika sono:

Valori Nutrizionali della Paprika

Nelle sue 289 calorie per ogni 100 grammi di prodotto, possiamo trovare:

  • 15 g di Carboidrati,
  • 55 g di Zuccheri,
  • 13 g di Grassi,
  • 37 g di Fibre,
  • 34 mg di Sodio.

Utilizzi della Paprika

La paprika si presenta al gusto molto delicata, in po amara e leggermente piccante e aromatica. La piccantezza è in genere abbastanza leggera, in modo tale da non coprire del tutto il sapore dei piatti. Come precedentemente detto, la paprika si può trovare in qualità dolce o piccante, a seconda di come viene macinato il peperoncino.

L’uso più comune che si fa della paprika è con:

Gli ungheresi si dilettano ad inserire la paprika nelle più svariati preparazioni quali:

  • goulash,
  • zuppa di carne e verdure,
  • tokàny, tipologia di spezzatino.

Nelle cucine balcaniche, slave o dell’ex Jugoslavia, la paprika viene usata nei ćevapčići, che non è altro che una pietanza di carne con spezie tritate.

In Spagna e in Portogallo, la paprika viene adoperata per piatti a base di carne o salsicce, verdure tipo zucchine o nelle patatas bravas, alternato al pimenton. E’ importante però fare una distinzione tra i 2!

Il pimenton è un’altra tipologia di polvere ottenuta dal trito di peperoncino, però in questo caso se ne utilizza un tipo affumicato precedentemente.
E’ importante ad ogni modo conservare la paprika in barattoli con tappi a chiusura ermetica in zone buie e deve essere consumata prima possibile, al fine di non far inscurire il prodotto e fargli generare un sapore poco gradevole.

Lo sapevi?

La paprika è facilmente acquistabile in vasetti ma anche sciolta, all’interno di supermercati, negozi specializzati o in rete.

L’Ungheria vive il momento della raccolta dei peperoncini per la paprika come rito gioioso. Tutto avviene l’8 settembre, quando le donne con indosso vestiti appariscenti, vanno nei campi a raccogliere questi peperoncini, che poi infilzeranno con ago e filo, creandone delle bellissime e lunghissime ghirlande da appendere su dei sostegni in legno che si trovano su muri e case.

La qualità Kulonleges, si presenta più delicata e fine, con un colore rosso più acceso e privo di piccantezza.
La qualità Eros Paprika, si presenta dal colore marrone, viene macinata più gossolanamente e presenta un sapore piccante.
La qualità di paprika fine, presenta un colore più chiaro e un sapore più dolce.
La qualità di paprika rosa, ha un sapore molto più deciso.
La qualità di paprika semi-dolce, si presenta dal colore rosso accesso e con un gusto decisamente più forte.
La qualità di paprika dolce, presenta un colore rosso accesso, e il suo gusto è più dolce ed aromatico.

Unendo la paprika ad una tisana fatta di rosa canina, si può dare ai capelli castani dei bellissimi riflessi rossi. L’applicazione si dovrà effettuare per 15 minuti, chiudendo i capelli nella pellicola trasparente.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.