1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Olio essenziale di cannella: proprietà, utilizzi e controindicazioni

Olio essenziale di cannella: proprietà, utilizzi e controindicazioni

L’ Olio essenziale di Cannella  si ricava dalle foglie e dai rami giovani dell’omonimo albero, con il metodo della distillazione a vapore, ottenendo così un liquido giallo scuro che emana un’intensa fragranza speziata.

Quest’olio ha un aroma dolce, aromatico ed è di un colore giallo pallido. È formato per circa il 90% da cinnamaldeide e per il resto da eugenolo, canfora, tannini e di tanti altri composti organici fra terpeni, alcoli, fenoli ed esteri.

Usi dell’Olio Essenziale di Cannella

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

L’olio essenziale di cannella, grazie alle sue qualità, può essere adottato come rimedio naturale per lenire diversi disturbi. Tutt’oggi, la cannella è un antico rimedio naturale sfruttato  nella medicina ayurvedica.

In Aromaterapia è adoperato, in quanto sviluppa la creatività, rinforza nervi e cuore, contro la freddezza di sentimenti, rende migliore la circolazione del sangue, favorisce l’eliminazione dei grassi superflui, tonicardiaca, antivirale e tonificante della circolazione sanguigna. Ancora può essere utilizzato come ingrediente principale per la preparazione di ungenti antinfiammatori.

Si possono aggiungere anche poche gocce di olio essenziale alla cannella ad un detersivo neutro prima di pulire le superfici, ma anche avvalersene per profumare armadi, cassetti e in più per tenere lontane le tarme. Può essere utilizzato per le infiammazioni alle gengive, è utilissimo pure in casi di stress, ed è ottimo per le punture di vespa e di altri insetti facendo un impacco sulla puntura.

Proprietà dell’Olio Essenziale di Cannella

Come parecchi oli essenziali, l’olio di cannella, possiede diverse virtù: è un tonico, stimolante e riscaldante; ha un’azione antisettica e antimicotica,  proprio per questo gli antichi Egizi lo usavano nei processi di mummificazione.  Eccellente come antispasmodico e racchiude anche la funzione di tonico cardio-circolatorio, respiratorio e febbrifugo. Per lo più, l’olio essenziale alla cannella è:

  • Antivirale e antibatterico: quest’olio è particolarmente adeguato alla stagione invernale, perché ha la capacità di combattere oppure rallentare, lo sviluppo di batteri e virus. Si può spargere in modo cautelativo negli ambienti anche per evitare che si presentino raffreddori e influenze.
  • Energizzante: l’olio di Cannella costituisce un ottimo tonico per il corpo e la mente. Si può utilizzare anche per svegliare un metabolismo un pò lento, per fare un massaggio sull’area del plesso solare.
  • Stimola la circolazione e combatte la cellulite: è particolarmente indicato per combattere i ristagni linfatici e ottimizzare la circolazione sanguigna.
  • Aiuta i dolori muscolari e reumatici: quest’olio si è mostrato attivo anche nei confronti di strappi muscolari e problemi di tipo reumatico. Basta applicare poche gocce allungate in olio di mandorle dolci e massaggiare a fondo. Infatti è rubefacente, ovvero richiama il sangue negli strati più superficiali dell’epidermide riscaldando la pelle e avviando la circolazione, per questo è usato per i dolori reumatici, le rigidità muscolari derivanti da strappi e traumi, i dolori articolari, il mal di schiena e le cervicalgie.
  • Favorisce la digestione: a questo scopo si possono usare poche gocce di quest’essenza per fare un massaggio sull’addome.
  • Afrodisiaco, euforizzante e migliora la concentrazione: grazie al suo profumo caratteristico aromatico e speziato è caratterizzato di potere afrodisiaco. Si può utilizzare in un apposito diffusore per essenze, oppure aggiungerla all’acqua dei termosifoni in inverno, o ancora adoperarla per un massaggio di coppia.

Principali Controindicazioni sull’olio essenziale di cannella

Se impiegato in dosi massicce, senza considerare la posologia raccomandata, l’essenza di cannella genera effetti collaterali alquanto rilevanti.

Difatti, se inalato o ingerito, può causare l’insorgere di convulsioni, mentre l’uso esterno potrebbe manifestare un notevole arrossamento della pelle trattata. In ogni caso è meglio astenersi in caso di gravidanza e allattamento, evitando anche la somministrazione dell’olio nei bambini.

 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.