1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Eiaculazione: che cos’è e possibili cure per ogni tipologia

Eiaculazione: che cos'è e possibili cure per ogni tipologia

L’eiaculazione è l’atto tramite cui l’uomo emette dal pene, in seguito ad un rapporto sessuale, il liquido seminale pssia un fluido con origine nella prostata contenente gli spermatozoi.

Nell’uomo, l’eiaculazione è la parte conclusiva dell’orgasmo e ha luogo dopo un’adeguata stimolazione delle zone erogene e degli organi sessuali.

E’ il sistema nervoso a controllare la produzione di sperma e il fenomeno dell’ erezione e dell’ eiaculazione; il volume di sperma e la quantità di spermatozoi emessi con il liquido seminale variano in base a una serie di diversi fattori che esamineremo in seguito.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Un discorso molto simile vale anche per il periodo refrattario, ossia il tempo che deve trascorre prima di poter avere un’altra eiaculazione.

L’eiaculazione non è sempre ottimale: i disturbi che la riguardano sono svariati e verranno brevemente illustrati nel prosieguo dell’articolo. Scopriamo ora qualcosa in più!

Che cos’è l’ Eiaculazione?

Per Eiaculazione s’ intende l’ atto conclusivo di un rapporto sessuale che contemporaneamente all’ orgasmo, comporta l’ emissione del liquido seminale dal pene.

Si assiste all’ eiaculazione solo in seguito ad una corretta stimolazione delle zone erogene e dell’ apparato riproduttivo, soprattutto pene e testicoli.

Più comunemente il termine adoperato è sperma che indica il liquido seminale contenente gli spermatozoi che permettono all’uomo di riprodursi.

E’possibile evidenziare dei disturbi riguardanti sia l’ eiaculazione sia il liquido seminale.

Annoveriamo quindi tra le alterazioni del volume di sperma prodotto :

  • ipospermia, ridotta produzione di liquido seminale
  • iperposia, produzione eccessiva del liquido seminale
  • oligospermia, il liquido contiene un livello ridotto di spermatozoi rispetto alla norma
  • azoospermia, il liquido risulta essere privo di spermatozoi.

E’ bene conoscere alcuni aspetti di questo fenomeno come il periodo refrattario, la valutazione del liquido e il liquido pre-eiaculatorio.

Per Periodo Refrattario si intende il lasso di tempo che intercorre da una prima eiaculazione ad una seconda eiaculazione, ed è quindi il periodo durante il quale l’ uomo non può avere un’erezione dovuta ad una fase di forte rilassamento. Il tempo medio stimato oscilla tra i 15-30 minuti ma esistono persone capaci di avere orgasmi multipli per i quali il tempo è di qualche secondo.

Per Liquido Pre-eiaculatorio si intende una fuoriuscita di un liquido trasparente che lubrifica i vasi del pene preparandolo alla fuoriuscita dello sperma; non contiene spermatozoi ma potrebbe contenerli in seguito al meato urinario che raccoglie i residui di sperma derivanti da un precedente rapporto sessuale.

Per Qualità del Liquido Seminale si intende la valutazione del volume di sperma prodotto e la quantità di spermatozoi in esso contenuti che possono dipendere da alcuni fattori :

  • età
  • durata della stimolazione sessuale
  • tipo di vita, se sedentaria o sportiva
  • patologie cardiache congenite
  • livelli di stress
  • livelli di testosterone
  • tempo trascorso dall’ultima eiaculazione

Il volume di liquido seminale può variare da uomo a uomo e può andare da 0,1 millilitri ad anche 10 millilitri.

Negli adulti si avrà una maggiore produzione di volume quanto maggiore è il tempo che intercorre tra la prima e la seconda eiaculazione.

Circa il 40-60% del liquido viene emesso tra le prime due eiaculazioni ma la produzione tende a decrescere nelle successive.

Possibili cure per ogni tipologia di Eiaculazione

  • Eiaculazione precoce, l’ uomo dopo pochi secondi di stimolazione sessuale raggiunge l’ orgasmo con una minima produzione di sperma; i fattori che determinano questo disturbo sono sia fattori organici come frenulo corto, alclismo, disfunzione erettile sia di natura psicologica come ansia da prestazione, stress, stanchezza;
  • Eiaculazione Ritardata, è l’ opposto dell’ eiaculazione precoce, in questo caso l’ orgasmo e la fuoriuscita dello sperma avviene dopo un enorme lasso di tempo e nei casi limite non avviene affatto e questo può essere causato da diabete, morbo di Parkinson, ipotiroidismo o dall ‘utilizzo di farmaci e narcotici;
  • Eiaculazione Retrograda, anomalia per la quale l’ eiaculato non viene immesso nel meato urinario ma nella vescica quindi lo sperma circola in senso opposto alla normale direzione e questo dipende da un malfunzionamento organico dell’ apparato riproduttivo-urinario;
  • Eiaculazione Dolorosa, l’emissione di sperma è accompagnata da una sensazione di dolore e bruciore all’ altezza del perineo ed è causata da infezioni ed infiammazioni come prostatiti e uretriti
  • Aneiaculazione, assenza dell’ eiaculazione che non comporta assenza dell’orgasmo ma assenza della fuoriuscita del liquido seminale ed è causata da fattori di origine organica come diabete, malattie della prostata, ansia da prestazione.

Per la cura di questi malfunzionamenti in alcuni casi se dipendono da cause psicologiche il vostro medico potrà consigliarvi una specialista per intraprendere un trattamento singolo o di coppia per controllare tutti i fattori di ansia e di stress.

Per le cause di natura organica le terapie prevedono l’ assunzione di particolari farmaci ed integratori. 

In alcuni casi si consiglia l’ utilizzo di preservativi ritardanti capace di ridurre la sensibilità del pene durante l’ amplesso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.