1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dieta Montignac: che cos’è, come funziona, cosa mangiare e menù di esempio

Dieta Montignac: che cos'è, come funziona, cosa mangiare e menù di esempio

Michel Montignac, creatore della dieta che prende infatti il suo nome, ci spiega che la sua è una dieta che non ammette il rigido “Mangiare poco”, ma al contrario, attraverso un’alimentazione sana ed abbondante ti permette di mangiare bene e dimagrire.
Dunque per poter eseguire questa dieta bisogna imporsi tre obiettivi fondamentali, quali:

  • Ridurre il proprio peso.
  • Ridurre rischi cardio-vascolari.
  • Prevenire il diabete.

Come funziona la dieta Montignac?

Il creatore della dieta Montignac riflette attraverso i suoi studi su un principio secondo il quale non sono tento le calorie a causare un significativo aumento di peso, quanto piuttosto una disfunzione ormonale.

Aloe Ferox Bioness

Ciò che Montignac vuol far intendere con i suoi studi è che ciò che realmente fa ingrassare è l’insulina. Ed infatti per capire il funzionamento di questa dieta dobbiamo partire da questo presupposto. Dunque tale dieta si basa sulla selezione di alimenti a seconda delle proprie potenzialità metaboliche, considerando: i glucidi, i lipidi e le proteine.

Un’attenzione particolare da dover fare è circa l’abbinamento di determinati cibi. Alcuni possono infatti essere abbinati, altri assolutamente no. La dieta, come la maggior parte di diete consigliate si divide in due fasi: Dimagrimento e mantenimento. La durata è di circa tre mesi.

Analizziamo la prima fase della dieta:

Essa si compone di una serie di regole fondamentali da rispettare se si vuole che la dieta abbia un effetto positivo. Innanzi tutto bisogna stare attenti a non saltare mai i pasti: colazione, pranzo, spuntino e cena. La colazione deve essere glucidica-proteica o proteica-lipidica.

Il pranzo deve essere proteico-lipidico o glucidico-proteico. Eliminare lo zucchero dalla propria alimentazione assieme a bevande contenenti caffeina e bevande alcoliche.

Analizziamo ora la seconda fase della dieta:

Essa è stata definita fase di mantenimento, durante la quale, dunque non bisogna più dimagrire, ma mantenere il peso raggiunto ed evitare di aumentare/perdere peso.

durante questa fase bisogna solo fare attenzione a mangiare pane integrale durante colazione e merenda ed eliminarlo totalmente durante pranzo e cena. Ma si può essere più flessibili e concedersi qualche strappo alla regola, un po’ di vino è ammesso solo se prima si ingerisce qualcosa.

Cosa mangiare?

Gli alimenti che compongono questa dieta sono chiaramente a basso indice glicemico, quali: carne, formaggi, legumi, insalata, spinaci, cavoli, zucchine, cioccolato fondente, yogurt magro, pesce. Ciò che nello specifico non si può mangiare sono Pane e zucchero, mentre ciò che non si può bere sono bevande alcoliche o contenenti caffeina.

Menù di esempio

Avendo diviso la dieta in due parti ne va di conseguenza che anche i menù sono due, rispettivamente per prima e seconda parte.

Analizziamo il primo:

  • Colazione (glucidica-proteica): Cereali + yogurt magro + frutta
  • Pranzo (proteica-lipidica): insalata + Pesce e contorno a scelta ( di verdure) + 3 pezzetti di cioccolato fondente(+ del 70% di cacao).
  • Merenda: una mela.
  • Cena (glucidica-proteica):minestrone di verdure +lenticchie + petto di pollo cotto a vapore + macedonia di frutta

Analizziamo ora il secondo:

  • Colazione: uova, formaggio, prosciutto crudo.
  • Pranzo: insalata, petto di pollo, yogurt magro con frutta.
  • Merenda: una mela.
  • Cena: carciofi, pasta con capperi e olive, formaggio, frutta.

Questi sono tutti i consigli da poter seguire e ciò che c’è da sapere circa la dieta Montignac. Bisogna, in ultimo, tener presente che tale dieta può essere seguita per circa tre mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.