1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Cortisone naturale: quali sono le alternative ai farmaci?

cortisone naturale quali sono le alternative ai farmaci

Il Cortisone non è un farmaco da scartare completamente in caso di particolari disturbi. Esso, infatti, in alcuni casi può rivelarsi davvero fondamentale, salvandoci la vita, ad esempio in caso di patologie gravi.

Tuttavia nel caso di situazioni meno gravi, esso può essere molto facilmente rimpiazzato con alcune delle sue, alternative naturali, e può rivelarsi un bene evitare di utilizzarlo, in quanto, sebbene da un lato dia una soluzione rapida al problema per cui lo assumiamo, dall’altro lato esso comporta innumerevoli effetti collaterali, soprattutto se assunto per lunghi periodi di tempo, come: gonfiori, aumento della pressione, aumento della glicemia, disabilità, aumento di peso e abbassamento delle difese immunitarie.

Per evitare di infliggere tali danni al nostro organismo, bisogna sapere che il cortisone può essere sostituito da alcune piante naturali, che curano senza portare effetti collaterali.

Garcinia Cambogia

Queste alternative naturali, a differenza del cortisone, possono essere usate anche per lunghi periodi di tempo, in quanto non presentano effetti collaterali, e il nostro corpo lo tollera con un ampio margine. Tra quelle che sono maggiormente alla nostra portata e si possono trovare più facilmente, ci sono quelle elencate qui di seguito.

Ribes nero

Il Ribes nero è efficace, soprattutto, sotto forma di gemmaterapico, cioè come estratto dalle gemme delle piante, ossia l’organo vegetale da cui sbocciano le piante, in piche parole: i semi.
Diversi studi hanno dimostrato, inoltre, che il Ribes Nero ha la stessa azione del cortisone,  anche se la svolge più lentamente. Il Ribes è indicato soprattutto in caso di allergia, o di qualsiasi tipo di infiammazione, in quanto ne va a modulare le risposta.

Curcuma

La curcumina è il principio attivo più importante presente nella curcuma. Diversi studi scientifici hanno affermato e dimostrato che la curcuma ha potenti effetti antinfiammatori, addirittura, si afferma che potrebbe avere dei benefici nella lotta contro il cancro. La curcuma produce effetti simili a quelli del cortisone e del femibuterone, ed è soprattutto utile nelle fasi acute della malattia, senza comportare particolari effetti collaterali. Tuttavia la dose giornaliera da assumere è alta, e non è sufficiente assumerla semplicemente attraverso l’alimentazione. Si consiglia, quindi, di contattare il proprio medico di base nel caso in cui si voglia assumerla.

Cardiospermum halicacabum

Il Cardiospermum halicacabum è una pianta rampicante appartenente alla famiglia delle saponifere, ed ha l’azione di un potente antinfiammatorio e antiallergico. In particolare, sono i fitosteroli, i quali sono contenuti in nei boccioli fioriti della pianta ad avere queste proprietà, e vengono utilizzati soprattutto per realizzare creme da utilizzare localmente, per chi soffre di pelli sensibili ed allergie o infiammazioni. Può essere usato anche per lunghi periodi, in quanto è ben tollerato dal nostro organismo.

Reishi

fungo reishi ganoderma lucidum

Il Reishi è un fungo tipico della Cina e del Giappone, e per ottenere buoni risultati è necessario assumerlo sotto forma di compresse. Le dosi, in cui deve essere assunto, variano in base alla patologia da curare, per cui è sempre bene farsi seguire da un esperto. tanto più se non volete buttare i vostri soldi, in quanto il costo del prodotto è abbastanza elevato.

Zenzero

Lo Zenzero è un efficace antinfiammatorio, del quale si sono riscontrati effetti benefici in particolare contro l’artrite. Inoltre, uno studio effettuato all’università di Copenaghen, ha dimostrato che lo zenzero produce gli stessi effetti dell’ibuprofene e del cortisone, tuttavia non comporta gli stessi effetti collaterali, dannosi per il nostro organismo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.